Link copied to your clipboard
Filter Timeline:
Elementi Appuntati
Attività recenti
  • Inaugurata la M4, la nuova "linea blu" della metropolitana di Milano

    Il 26 novembre alle ore 11:00, a Milano Linate si è svolta l'inaugurazione del primo tratto della nuova linea metropolitana M4. All'evento, oltre alle autorità e ai lavoratori coinvolti nel progetto, hanno presenziato il...
    Inaugurata la M4, la nuova "linea blu" della metropolitana di Milano

    Il 26 novembre alle ore 11:00, a Milano Linate si è svolta l'inaugurazione del primo tratto della nuova linea metropolitana M4. All'evento, oltre alle autorità e ai lavoratori coinvolti nel progetto, hanno presenziato il sindaco di Milano Beppe Sala assieme al governatore della Lombardia Attilio Fontana e al ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Matteo Salvini.

    La progettazione della linea, iniziata con il sindaco Letizia Moratti e poi ereditata da Giuliano Pisapia nel 2011, ha visto dieci anni dopo l'apertura delle prime sei fermate durante il secondo mandato del sindaco Giuseppe Sala.

    Passando per il centro storico fino ad arrivare all’aeroporto di Linate, il percorso della linea fungerà da collegamento da Est a Ovest di Milano. Tra i due capolinea, Linate e San Cristoforo, vi è una distanza di 15 chilometri e 21 fermate che verranno percorse in soli 30 minuti.

    Come per la linea lilla M5, la M4 sarà dotata di pilota automatizzato, e i suoi 47 treni potranno trasportare fino a 24.000 passeggeri all’ora in ogni direzione.

    La fine dei lavori è prevista per autunno 2024.
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Lo studio londinese Norman Foster and Partners, insieme a Ove Arup, progetterà la nuova stazione di Firenze per l’alta velocità.

    La stazione ferroviaria del capoluogo toscano rientra in un più vasto piano di investimenti approntato dalle Ferrovie dello Stato.
    Una stazione sotterranea che...
    Lo studio londinese Norman Foster and Partners, insieme a Ove Arup, progetterà la nuova stazione di Firenze per l’alta velocità.

    La stazione ferroviaria del capoluogo toscano rientra in un più vasto piano di investimenti approntato dalle Ferrovie dello Stato.
    Una stazione sotterranea che trasformerà e migliorerà il traffico ferroviario.

    Il progetto, come scrive Rfi, prevede la costruzione di una struttura delle dimensioni di circa 450 x 50 metri, con un’estensione di circa 45mila metri quadrati, posta fino a 25 metri sotto il livello stradale, mentre la copertura si eleverà per circa 18 metri in altezza.

    I livelli previsti sono 4: i marciapiedi per l'accesso ai treni, il piano mezzanino che servirà per smistare i passeggeri, il piano terra e il primo piano.
    Quella di Firenze è una tipologia di stazione completamente nuova per l’Italia. Si tratta di una struttura interrata, in cui anche i livelli inferiori godono di illuminazione naturale, grazie alla configurazione verticale dell’opera, facilitando così l’orientamento dei viaggiatori.

    Nel progetto sono state adottate soluzioni tecnologiche che prevedono l’impiego di materiali rinnovabili e la riduzione del fabbisogno di energia e delle emissioni di sostanze inquinanti.
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Ranghetti Art Proget è entrata nel gruppo
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Nuova diga foranea - porto di Gneova

    L’appalto per la progettazione e la costruzione della Nuova Diga Foranea del Porto di Genova commissionata dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale è stato aggiudicato al costituendo Consorzio con capogruppo Webuild, FINCOSIT, Fincantieri...
    Nuova diga foranea - porto di Gneova

    L’appalto per la progettazione e la costruzione della Nuova Diga Foranea del Porto di Genova commissionata dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale è stato aggiudicato al costituendo Consorzio con capogruppo Webuild, FINCOSIT, Fincantieri Infrastructure Opere Marittime, Sidra.

    F&M Ingegneria SpA , insieme a Ramboll UK , si occuperà della progettazione definitiva ed esecutiva.

    Verranno utilizzate 7 milioni di tonnellate di materiale lapideo con una quantità di mezzi impegnata nei lavori imponente e mai vista in Italia.

    La profondità del fondale (50 metri, anche se il sindaco Marco Bucci ha smentito in conferenza dicendo che al massimo saranno 45 e non per tutta la lunghezza della diga) è la prima sfida, visto che nel mondo non esistono precedenti.

    La scadenza imposta dal Pnrr, che finanzia gran parte della diga, è fissata al 2026.

    Un progetto degno di nota per l’Europa, che fa parte del Programma Straordinario per la ripresa del Porto di Genova.

    Si tratta del più grande intervento di rinnovamento dell’area portuale ligure degli ultimi 25 anni: un’opera ingegneristica unica al mondo.
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • La stazione Capodichino della Metro linea 1 - Napoli

    L’opera dell’architetto Richard Rogers è in fase di completamento. Darà anche un volto completamente nuovo alla zona dell’Aeroporto in quanto prevede accessi con percorsi pedonali coperti e collegamenti con i parcheggi.
    L’inaugurazione è...
    La stazione Capodichino della Metro linea 1 - Napoli

    L’opera dell’architetto Richard Rogers è in fase di completamento. Darà anche un volto completamente nuovo alla zona dell’Aeroporto in quanto prevede accessi con percorsi pedonali coperti e collegamenti con i parcheggi.
    L’inaugurazione è prevista nel 2024-2025. Servirà 60 milioni di passeggeri all’anno.
    La nuova stazione della metro Linea 1 di Capodichino presenta le forme di Omega e spirali. La nuova fermata, che collegherà il centro di Napoli con l'aeroporto, è in fase di completamento. L'opera è realizzata da Metropolitana di Napoli, per conto del Comune di Napoli, su progetto dell’architetto Richard Rogers. La costruzione è affidata alla Webuild
    La stazione ha la pianta a forma di Omega. La struttura è interrata e profonda 50 metri.
    Sopra è rivestita da una copertura ad hangar di acciaio, vetro e cemento di 50 metri di diametro per 10 di altezza. Nella parte rettangolare dell'Omega si trovano gli impianti di servizio della stazione, in quella circolare di 33 metri, costituita da un unico spazio aperto, ci sono 8 ascensori in posizione centrale e 4 scale elicoidali che si avvitano a sbalzo.
    Inoltre, ci sono due gallerie lunghe 110 metri larghe circa 9 metri.
    La stazione rientra nella nuova tratta della Linea 1 Centro Direzionale-Capodichino.

    Foto: metropolitana di Napoli, WeBuild
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Italia Corsi Ad
    Italia Corsi è una società specializzata nella formazione professionale che opera su tutto il territorio nazionale con una esperienza nel settore ultra decennale alle spalle.
    Italia Corsi
    https://www.edilbim.it/brands/italiacorsi/
  • LINEA M4 Metroplitana Milano

    La linea blu, da sabato 26 novembre 2022, collegherà il centro storico con la parte est di Milano (Forlanini e Aeroporto Linate) e con la parte ovest (Lorenteggio e Stazione San Cristoforo). Nel periodo iniziale, saranno utilizzabili solo le prime 6 fermate: Linate,...
    LINEA M4 Metroplitana Milano

    La linea blu, da sabato 26 novembre 2022, collegherà il centro storico con la parte est di Milano (Forlanini e Aeroporto Linate) e con la parte ovest (Lorenteggio e Stazione San Cristoforo). Nel periodo iniziale, saranno utilizzabili solo le prime 6 fermate: Linate, Repetti, Forlanini, Argonne, Susa e Dateo.
    Entro l'anno rpossimo, invece, la M4 arriverà a San Babila, dove incrocerà la linea rossa M1. Alla fine dei lavori, previsti per il 2024, la linea conterà in totale 21 stazioni, fino al capolinea di San Cristoforo.

    Secondo le stime di Atm, con la M4 la metropolitana di Milano avrà un totale di 118 km di linea; 136 stazioni e un aumento della rete del 34% in dieci anni.
    La M4 è una "metropolitana leggera ad automatismo integrale": un sistema tecnologico che conserva le caratteristiche della metropolitana classica, ma con standard tecnici prestazionali più elevati e meno dispendiosi. Il sistema di guida automatica innovativo definita "driverless: senza conducente" adotta una tecnologia per il controllo intelligente del traffico in modo da garantire ai passeggeri standard di sicurezza. Le porte delle carrozze si aprono esclusivamente alla fermata dei treni in stazione "annullando il rischio di cadute o infortuni".

    La linea M4 avrà anche come obiettivo una riqualificazione delle zone vicine alle stazioni. Il Comune di Milano, infatti, si è impegnato ad aumentare il numero complessivo di alberi di circa il 20% al termine dei lavori.

    Progetto: MM Spa, Webuild, Comune di Milano
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Nuovo molo crociere nel porto della Spezia

    Progetto definitivo ed esecutivo: EXA Engineering SRL e F&M Ingegneria SpA

    L’intervento comporta un investimento complessivo di 57 milioni di euro, di cui 30 finanziati sul Fondo complementare al PNRR.

    L’opera avrà una pianta di forma trapezioidale e...
    Nuovo molo crociere nel porto della Spezia

    Progetto definitivo ed esecutivo: EXA Engineering SRL e F&M Ingegneria SpA

    L’intervento comporta un investimento complessivo di 57 milioni di euro, di cui 30 finanziati sul Fondo complementare al PNRR.

    L’opera avrà una pianta di forma trapezioidale e si estenderà per circa 16.900 mq, consentendo l’accosto di due navi da crociera di ultima generazione lungo i due lati di banchina che si sviluppano per 393 e di 339 metri. Il molo sarà orientato in direzione Nord – Sud, lungo una linea mediana che forma un angolo di circa 50° con la calata Paita.
    Dal punto di vista tecnico, il molo sarà realizzato attraverso cassoni cellulari poggianti sul fondale marino opportunamente consolidato con pali in ghiaia. Il piede dei cassoni sarà protetto con massi “guardiani” per evitare l’erosione prodotta dalle correnti e dal movimento delle eliche delle navi. Il posizionamento discontinuo dei cassoni lungo la direttrice ortogonale alla linea mediana del molo (molo “a giorno”) consentirà il ricircolo dell’acqua all’interno del primo bacino portuale e lo smorzamento del moto ondoso riflesso dalle banchine.
    Al di sopra del nuovo Molo Crociere troverà poi posto la nuova stazione crocieristica, che avrà una struttura indipendente.
    In attesa della progettazione e realizzazione della stazione crociere, il nuovo Molo Crociere svolgerà la funzione di infrastruttura marittima di attracco di navi in transito, con smistamento dei passeggeri su mezzi di trasporto su gomma (autobus, taxi, ecc.).
    La costruzione del nuovo molo rappresenta anche la prosecuzione del processo di restituzione alla città, ad usi urbani, di circa 41 mila metri quadrati di Calata Paita, avviato nel 2022 con la riqualificazione di una prima area di circa 5.000 mq., i cui lavori saranno conclusi nella primavera del 2023.
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Aeroporti di Puglia appalta il nuovo terminal passeggeri dell’aeroporto di Taranto-Grottaglie

    ATI Project, insieme al Consorzio Integra e a Infra Tech Consorzio Stabile, si sono aggiudicati la gara di appalto integrato in un unico lotto bandita da Aeroporti di Puglia relativa alla...
    Aeroporti di Puglia appalta il nuovo terminal passeggeri dell’aeroporto di Taranto-Grottaglie

    ATI Project, insieme al Consorzio Integra e a Infra Tech Consorzio Stabile, si sono aggiudicati la gara di appalto integrato in un unico lotto bandita da Aeroporti di Puglia relativa alla progettazione esecutiva e alla realizzazione dei lavori relativi alla ristrutturazione del terminal dell’aeroporto di Taranto – Grottaglie. Il progetto definitivo posto a base di gara è di Studio Scalera, CNC Studio Tecnico e GNT Progetti.

    La struttura aeroportuale risponde ai canoni architettonici degli anni ’70, con il terminal principale che si sviluppa tra piano terra con aree passeggeri e primo piano con spazi di ristorazione e uffici, mentre le centrali tecnologiche e impiantistiche sono al piano interrato.
    Il progetto, il cui importo dei lavori corrisponde circa a 8 mln di euro, comporta il riassetto funzionale, adeguamento sismico, isolamento termico e interventi sugli impianti tecnologici, elettrici e sanitari.
    Il tempo utile per ultimare i lavori è fissato in 640 giorni naturali e consecutivi dalla consegna dei lavori.

    Anno: Settembre 2022
    Photo credits: Ati Project
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Nuovo terminal bus in via Capruzzi - Bari

    Entro il 2024 Bari sarà dotata di un nuovo Terminal di bus, provvisto di 18 stalli. Il Terminal Bus sarà realizzato nell’area delle ex Officine Rialzo sull’estramurale Capruzzi, oggi di proprietà di RFI, che si estende su una superficie di circa 7.500...
    Nuovo terminal bus in via Capruzzi - Bari

    Entro il 2024 Bari sarà dotata di un nuovo Terminal di bus, provvisto di 18 stalli. Il Terminal Bus sarà realizzato nell’area delle ex Officine Rialzo sull’estramurale Capruzzi, oggi di proprietà di RFI, che si estende su una superficie di circa 7.500 metri quadrati.

    Il progetto – che prevede la realizzazione di 18 stalli dedicati agli autobus extraurbani, oltre che di una biglietteria e di una sala d’attesa – è stato arricchito accogliendo alcune indicazioni suggerite dall’amministrazione comunale, prima fra tutte la realizzazione di un camminamento coperto che collegherà la stazione centrale con l’area del terminal bus. Sarà così più facile intercambiare treno e pullman a seconda delle necessità.

    Il progetto prevede anche un’intersezione a rotatoria tra via Giulio Petroni e via Capruzzi che permetta agli autobus di muoversi agevolmente in ingresso e uscita dal terminal.

    L’importo complessivo dei lavori a carico di RFI grandi stazioni ammonta a circa 5 milioni di euro.
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Linea ferroviaria AV/AC Verona - Padova Webuild

    La linea alta velocità Verona-Padova attraversa il territorio delle province di Verona, Vicenza e Padova. Fa parte della trasversale est-ovest Torino-Milano-Venezia, inserita nel corridoio europeo n°5 Leone-Kiev, il Corridoio Mediterraneo che...
    Linea ferroviaria AV/AC Verona - Padova Webuild

    La linea alta velocità Verona-Padova attraversa il territorio delle province di Verona, Vicenza e Padova. Fa parte della trasversale est-ovest Torino-Milano-Venezia, inserita nel corridoio europeo n°5 Leone-Kiev, il Corridoio Mediterraneo che dalla Spagna arriva alla frontiera Ucraina.

    Il progetto complessivo ha un tracciato di 76,5 chilometri, attraversa 22 comuni (8 in provincia di Verona, 10 in provincia di Vicenza e 4 in provincia di Padova) e si articola in tre lotti funzionali. Il primo lotto funzionale, che riguarda la tratta Verona-Bivio di Vicenza, attraverserà 13 comuni con 44,2 chilometri di linea.

    La linea Verona-Padova è un’infrastruttura fondamentale e strategica: contribuisce all’integrazione della ferrovia italiana con la rete europea e permette di quadruplicare la linea esistente e di conseguenza l’offerta ferroviaria a disposizione dei cittadini che vivono nel Nord Est del paese.

    Inoltre, il Corridoio Mediterraneo, di cui l’opera conclusa farà parte, è un itinerario privilegiato sia per i traffici fra Europa e Asia, sia per i traffici Sud e Est dell’Europa.

    I lavori su questo lotto sono iniziati ufficialmente il 10 agosto 2020, data della firma del contratto per l’avvio dei lavori da parte del consorzio IRICAV DUE, costituito per l’83% da Webuild e per il 17% da Hitachi Rail STS.

    I lavori, non ancora terminati, sono realizzati nell’ambito della strategia industriale di Progetto Italia, operazione promossa da Webuild per rafforzare il settore delle infrastrutture nel nostro Paese e rilanciare economia e occupazione facendo leva proprio sulle infrastrutture.


    Photo credits: webuild
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Spartherm Ad
    Spartherm è un'azienda tedesca che produce focolari, celle di combustione, stufe a legna ed accumuli di calore: prodotti affidabili nel tempo di qualità certificata, per cui l'elevatissima componente tecnologica consente di raggiungere ottimi livelli di potenze e rendimento.
    Spartherm
    https://www.edilbim.it/brands/spartherm/
  • Milano, la stazione di Sesto di Renzo Piano

    Il progetto, sviluppato da Renzo Piano Building Workshop e Ottavio di Blasi & Partners, ricongiungerà due lembi urbani che i binari avevano diviso.

    I lavori della nuova stazione ferroviaria di Sesto San Giovanni, che avvia un processo di...
    Milano, la stazione di Sesto di Renzo Piano

    Il progetto, sviluppato da Renzo Piano Building Workshop e Ottavio di Blasi & Partners, ricongiungerà due lembi urbani che i binari avevano diviso.

    I lavori della nuova stazione ferroviaria di Sesto San Giovanni, che avvia un processo di rigenerazione dell’intera area di MilanoSesto, sono iniziati a luglio e il progetto sta ormai prendendo forma.
    La proposta nasce da un’idea del Renzo Piano Building Workshop, mentre il progetto preliminare, definitivo ed esecutivo è dello Studio Ottavio di Blasi & Partners, in collaborazione con lo studio di ingegneria SCE Project.

    La stazione-ponte ricongiungerà due aree di città che i binari avevano separato, l'attuale Sesto San Giovanni e le aree ex Falk.
    Il progetto ha l'obiettivo di rivisitare in chiave moderna le storiche stazioni ferroviarie, mescolando il vetro all’acciaio ed è caratterizzato da un ponte che collega due edifici di un solo piano in calcestruzzo armato, affacciati su piazza Primo Maggio e sulla nuova piazza lato Falck. Con la sua grande copertura fotovoltaica in vetro, di 110 metri x 28, l’edificio produrrà anche energia elettrica.
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Circonvallazione ferroviaria di Trento

    Si passa alla fase realizzativa di un progetto "integrato" per la città di Trento che comprende la circonvallazione ferroviaria per i treni merci, l’interramento della linea ferroviaria storica per un tratto di 2,5 km in centro urbano, un sistema di...
    Circonvallazione ferroviaria di Trento

    Si passa alla fase realizzativa di un progetto "integrato" per la città di Trento che comprende la circonvallazione ferroviaria per i treni merci, l’interramento della linea ferroviaria storica per un tratto di 2,5 km in centro urbano, un sistema di collegamento rapido tra nord e sud e la stazione ipogea.
    Questa è la prima opera finanziata dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) su cui è stato avviato il procedimento di Dibattito pubblico.

    Quattro i lotti prioritari, tra i quali il lotto 3 della circonvallazione di Trento: una circonvallazione ferroviaria dedicata alle merci che bypasserà il centro urbano in galleria sotto la collina est.
    Rfi (Rete ferroviaria italiana), responsabile della progettazione, ha già elaborato diverse ipotesi progettuali a partire dal 2003.

    La realizzazione della Circonvallazione di Trento avrà una durata di tre anni e mezzo circa, due necessari per la realizzazione delle opere in sotterraneo (Galleria Trento).
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Autostrada A4 TO-MI

    Tra le attività più importanti effettuate da SINA, si evidenzia l’apporto offerto in tema di Progettazione, Direzione Lavori e Coordinamento Sicurezza in Esecuzione e Progettazione su vari lotti del grande progetto di ammodernamento dell’autostrada A4 Torino-Milano, che...
    Autostrada A4 TO-MI

    Tra le attività più importanti effettuate da SINA, si evidenzia l’apporto offerto in tema di Progettazione, Direzione Lavori e Coordinamento Sicurezza in Esecuzione e Progettazione su vari lotti del grande progetto di ammodernamento dell’autostrada A4 Torino-Milano, che consiste nell’ampliamento delle carreggiate autostradali tra Torino e Boffalora e nella realizzazione della quarta corsia tra Boffalora e Milano.

    I servizi hanno interessato anche l’attraversamento del Ticino e del Naviglio in un contesto di stretto affiancamento alla linea ferroviaria AV/AC, la realizzazione di un nuovo viadotto sul fiume Sesia,e un importante intervento sul lotto piemontese 1.4.1 (12,8 km).
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Il ponte montato in dieci ore da Webuild

    Durante la costruzione della linea ad alta velocità Napoli- Bari, l'azienda leader Webuild ha installato nel comune di Acerra, il primo dei tre ponti ad arco della tratta Napoli-Cancello. Si tratta di un intervento all'avanguardia che consente di...
    Il ponte montato in dieci ore da Webuild

    Durante la costruzione della linea ad alta velocità Napoli- Bari, l'azienda leader Webuild ha installato nel comune di Acerra, il primo dei tre ponti ad arco della tratta Napoli-Cancello. Si tratta di un intervento all'avanguardia che consente di minimizzare gli impatti sul traffico in fase di costruzione. La linea ferroviaria Napoli-Bari sarà un asse strategico per lo sviluppo della mobilità sostenibile nel Sud Italia, un’opera in gestazione da tempo che negli ultimi anni ha registrato una netta accelerazione. Il ponte installato con un'operazione durata circa 10 ore, ha un peso di 2500 tonnellate ed è lungo circa 80 metri con un'altezza di 21 metri ed è stato preso in carico da 18 speciali carrelloni, che complessivamente hanno distribuito il peso su 104 assi gommati, per essere poi issato a circa 6 metri da terra tramite torri di sollevamento. Una volta terminata la stazione, che giacerà sul posto, diventerà hub per l'interscambio passeggeri tra i servizi regionali e AV. L'opera oltre a rappresentare una grande innovazione ingegneristica, ha significato anche un importante opportunità di occupazione per tanti operai, circa 600 a cui si aggiungono ben 300 aziende italiane che sorgono lungo la tratta e che benificeranno di questa nuova infrastruttura di interconnessione.
    Leggi altro
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Amsterdam Airport Schiphol Terminal

    Supportato da Estudio Lamela, ABT e Ineco, lo studio KAAN Architecten progetterà il nuovo grande terminal dell'aeroporto di Amsterdam Schiphol, la sala partenze e arrivi, che accoglie 14 milioni di viaggiatori all'anno, che sarà pronta nel 2023. Il progetto...
    Amsterdam Airport Schiphol Terminal

    Supportato da Estudio Lamela, ABT e Ineco, lo studio KAAN Architecten progetterà il nuovo grande terminal dell'aeroporto di Amsterdam Schiphol, la sala partenze e arrivi, che accoglie 14 milioni di viaggiatori all'anno, che sarà pronta nel 2023. Il progetto è vincitore di un concorso internazionale che ha ottenuto il maggior numero di punti in tutti i criteri. Tutto il concept si ispirazione a Schiphol stesso e all'etica che lo caratterizza da sempre basata sulla funzionalità, sull'attenzione visione all'utente e ai dettagli.

    Il progetto presentato si rifà alla sobrietà dell'aeroporto e al concetto di "terminal unico", che prevede trasferimenti senza check-out e check-in e trasferimenti automatici dei bagagli per i passeggeri. Dopo il trattamento automatico dei bagagli e i banchi del check-in, i controlli di sicurezza si svolgeranno in un'area con caldi pavimenti in legno e ampi pozzi di luce riempiti di verde lussureggiante, creando un'atmosfera calma, distinta e pratica. La sala si presenta come un luogo organizzato in modo facile da usare, offrendo anche uno spazio che sia suggestivo e pieno di luce per regalare un'esperienza piacevole.

    Il soffitto e il tetto della sezione centrale alta sono un elemento fondamentale di luce, che si estende per 180 x 150 metri e offre ai viaggiatori panorami, comfort e spazialità rendondo tutto ancora più piacevole, non solo per i passeggeri in arrivo ma anche per quelli in partenza. La particolarità del progetto è che non ci sono colonne a sostenere l'edificio, ma saranno le colonne della facciata e alcune aree funzionali a sopportare il carico della copertura. L'apertura dell'edificio faciliterà qualsiasi modifica futura, a testimonianza della sua sostenibilità architettonica.
    Leggi altro
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
Non ci sono ancora attività.
Impossibile caricare il contenuto. Riprova.