Link copied to your clipboard
Filter Timeline:
Elementi Appuntati
Attività recenti
  • Padiglioni Fortezza da Basso
    by Politecnica

    La Rivoluzione Verde e Tecnologica della Fortezza da Basso a Firenze

    La storica Fortezza da Basso, situata nel cuore di Firenze, si prepara a vivere una trasformazione radicale attraverso un ambizioso progetto di riqualificazione dei padiglioni...
    Padiglioni Fortezza da Basso
    by Politecnica

    La Rivoluzione Verde e Tecnologica della Fortezza da Basso a Firenze

    La storica Fortezza da Basso, situata nel cuore di Firenze, si prepara a vivere una trasformazione radicale attraverso un ambizioso progetto di riqualificazione dei padiglioni Machiavelli e Cavaniglia. Questo intervento si inserisce perfettamente nella visione di una città che conserva il proprio patrimonio storico e culturale mentre abbraccia l'innovazione e la sostenibilità.

    Un Nuovo Cuore Pulsante per Eventi e Cultura

    I padiglioni della Fortezza da Basso, tra cui il rinomato Spadolini e il Bellavista, sono da anni al centro della vita culturale e commerciale di Firenze, ospitando eventi internazionali e fiere di moda. Il progetto di riqualificazione mira a potenziare ulteriormente queste funzioni, trasformando la Fortezza in un luogo ancora più accogliente e funzionale. L'obiettivo è creare un ambiente che faciliti l'interazione e l'accesso, mantenendo al tempo stesso l'integrità dell'architettura rinascimentale che caratterizza la città.

    Innovazione e Rispetto del Passato

    Il nuovo padiglione Cavaniglia rappresenta una fusione tra passato e futuro. Seguendo le direttive del piano di recupero del Comune di Firenze, il progetto prevede la riscoperta e reinterpretazione degli antichi percorsi di ronda. Sarà realizzato un percorso pedonale sospeso lungo le mura, offrendo ai visitatori una prospettiva storica unica, permettendo loro di immergersi nella storia del sito come mai prima d'ora.

    La copertura del padiglione si trasformerà in un giardino pensile, che non solo contribuirà alla biodiversità locale ma fungerà anche da spazio per eventi pubblici, integrando natura e architettura in modo esemplare.

    Sostenibilità e Tecnologia

    Il design innovativo del padiglione Cavaniglia include una struttura con un'ampia campata di oltre 22 metri, che supporterà un giardino pensile capace di ospitare grandi alberi. Questo spazio verde in quota non solo catturerà la CO2, ma contribuirà anche a creare un microclima che ottimizzerà gli scambi termici, riducendo significativamente il consumo energetico dell'edificio.

    Rigenerazione e Accessibilità

    Il padiglione Machiavelli, oggetto anch'esso di ristrutturazione, vedrà una trasformazione di oltre 3.000 metri quadrati di superficie. Il progetto prevede la modernizzazione degli spazi per accogliere funzioni diverse, dalla biglietteria agli uffici, migliorando l'accessibilità e l'efficienza energetica. Questo padiglione diventerà un hub centrale per la distribuzione dei visitatori all'interno del complesso, migliorando significativamente l'esperienza dei visitatori.

    La riqualificazione della Fortezza da Basso è quindi un esempio luminoso di come le città possono onorare il loro passato mentre si proiettano verso un futuro sostenibile e tecnologicamente avanzato. Con queste innovazioni, Firenze continua a rafforzare il suo ruolo come città di bellezza, cultura e ora anche di sostenibilità all'avanguardia.
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Giordano Sandrini è entrata nel gruppo
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • La rinascita ecologica di Caserta: Trasformazione dell'ex presidio militare in un parco per l'ecologia integrale con la firma dello studio Alvisi Kirimoto

    Nel cuore della città campana di Caserta, l'ex presidio militare, una volta luogo di controllo e sicurezza, si prepara a diventare un...
    La rinascita ecologica di Caserta: Trasformazione dell'ex presidio militare in un parco per l'ecologia integrale con la firma dello studio Alvisi Kirimoto

    Nel cuore della città campana di Caserta, l'ex presidio militare, una volta luogo di controllo e sicurezza, si prepara a diventare un simbolo di rinascita e sostenibilità attraverso la trasformazione in un parco dedicato all'ecologia integrale. Questa iniziativa, sostenuta dallo studio di architettura Alvisi Kirimoto, rappresenta un passo significativo verso una visione urbana più sostenibile ed ecologicamente consapevole.

    Lo studio di prefattibilità per la rigenerazione dell'area precedentemente occupata dal Magazzino centrale e rimessa mezzi corazzati di Caserta porta la firma dello stimato studio di architettura Alvisi Kirimoto. Questo segna l'inizio di una collaborazione che unisce l'esperienza e la visione innovativa degli architetti di fama internazionale con l'obiettivo di trasformare un'area urbana in disuso in un punto di riferimento per la sostenibilità ambientale.

    L'approccio integrato proposto dallo studio Alvisi Kirimoto prevede una progettazione che vada oltre la semplice trasformazione del sito. Si concentra sull'armonizzazione delle esigenze umane con quelle dell'ambiente circostante, unendo l'estetica e la funzionalità con la sostenibilità ambientale.

    Il piano per il parco per l'ecologia integrale include la creazione di spazi verdi multifunzionali, promuovendo la biodiversità attraverso l'uso di piante autoctone e la creazione di habitat per la fauna locale. Inoltre, verranno adottate soluzioni innovative per la gestione delle risorse idriche e l'utilizzo di energie rinnovabili, riducendo così l'impatto ambientale complessivo del parco.

    Un aspetto chiave di questa trasformazione riguarda la componente educativa del progetto. Il parco non sarà soltanto un'attrazione paesaggistica, ma fungerà anche da centro educativo, offrendo programmi formativi, workshop e eventi che coinvolgeranno la comunità locale. Questa iniziativa mira a creare una maggiore consapevolezza ambientale e a promuovere comportamenti sostenibili all'interno e al di fuori del parco.

    La collaborazione con lo studio Alvisi Kirimoto non solo garantisce un'eccellente progettazione architettonica, ma sottolinea anche l'importanza di coinvolgere figure di spicco nel settore per portare avanti questa trasformazione significativa. L'obiettivo è quello di creare un parco all'avanguardia, non solo in termini di sostenibilità ambientale, ma anche come modello di riferimento per altre città e comunità che desiderano adottare un approccio simile verso la rigenerazione urbana.

    La trasformazione dell'ex presidio militare in un parco per l'ecologia integrale non è solo un progetto di riqualificazione urbana, ma un impegno tangibile verso uno sviluppo urbano più consapevole e sostenibile. La firma dello studio Alvisi Kirimoto aggiunge un valore significativo a questo progetto, non solo in termini di design, ma anche in termini di leadership e visione nel campo dell'architettura sostenibile.

    In definitiva, questa iniziativa offre a Caserta l'opportunità di trasformare un'area precedentemente inutilizzata in un polo di sostenibilità ambientale, creando un'identità cittadina che abbraccia i valori dell'ecologia integrale. La firma dello studio Alvisi Kirimoto sottolinea l'importanza di collaborazioni sinergiche per trasformare le visioni in realtà e apre la strada a un futuro più verde e più consapevole per la città e la sua comunità.
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Studio Associato Loda | Appartamento Tipo
    Lavori in corso Cina

    L’ intero progetto, architettonico e strutturale, è stato condotto in collaborazione con lo studio Cartella Dri di Gussago (BS)

    Ci interroghiamo in modo naturale sul funzionamento delle cose per portare al massimo performance,...
    Studio Associato Loda | Appartamento Tipo
    Lavori in corso Cina

    L’ intero progetto, architettonico e strutturale, è stato condotto in collaborazione con lo studio Cartella Dri di Gussago (BS)

    Ci interroghiamo in modo naturale sul funzionamento delle cose per portare al massimo performance, qualità e sostenibilità. Creatività e pianificazione definiscono un processo organico che porta a nuove configurazioni dello spazio.
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • BATTERSEA POWER STATION BY WILKINSONEYRE

    WilkinsonEyre are the architects of the major restoration and repurposing of the iconic Grade II* listed Battersea Power Station.

    Location: London, United Kingdom
    Status: Active
    Experience:Cultural
    Mixed Use: Residential, Hospitality, Commercial
    Heritage...
    BATTERSEA POWER STATION BY WILKINSONEYRE

    WilkinsonEyre are the architects of the major restoration and repurposing of the iconic Grade II* listed Battersea Power Station.

    Location: London, United Kingdom
    Status: Active
    Experience:Cultural
    Mixed Use: Residential, Hospitality, Commercial
    Heritage: Re Use Interiors
    Awards:

    RESI Awards, Development of the Year 2023

    WAF Commercial Mixed Use
    Future Projects Winner, 2017

    New London Awards Offices
    Winner, 2016

    New London Awards Conservation and Retrofit
    Winner, 2014

    The designs of new and restored features are consistent with and sympathetic to Sir Giles Gilbert Scott’s masterpiece, with the four chimneys, massive brick outline and Turbine Halls remaining the dominant features of the building.

    Retaining the Power Station’s sense of scale and visual drama is key to the project and is achieved through features such as full-height voids behind the southern and northern entrances, a vast central atrium and the Turbine Halls, rich in heritage features, which have become retail gallerias.

    The architectural interventions respect the integrity of the historic landmark while creating new events spaces, shops, restaurants and cafés, large open-plan office spaces and a series of sky villas positioned around rooftop garden squares above the Boiler House and Turbine Halls.

    credits: wilkinsoneyre.com
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Unione Professionisti Ad
    ACQUISTA SUBITO LA TUA FORMAZIONE ONLINE
    https://shop.unioneprofessionisti.com/acquista-ora/?utm_source=Edilsocialnetwork&utm_medium=Banner%20500x90&utm_campaign=Brand%20Awareness&utm_content=Scopri%20Di%20Piu
    Inizia ora il tuo percorso di crescita con i corsi e-learning di Unione Professionisti
  • Showroom Marchetti di M3Progetti

    Siamo una società multidisciplinare, con sede ad Ancona, specializzata in nuove realizzazioni e ristrutturazioni residenziali, retail, contract, ricettivo, business direzionale e opere marittime.

    La nostra expertise comprende anche la progettazione industriale...
    Showroom Marchetti di M3Progetti

    Siamo una società multidisciplinare, con sede ad Ancona, specializzata in nuove realizzazioni e ristrutturazioni residenziali, retail, contract, ricettivo, business direzionale e opere marittime.

    La nostra expertise comprende anche la progettazione industriale e un servizio di grafica coordinata alla progettazione architettonica. Dal 2016 lavoriamo insieme per creare progetti unici e riconoscibili, funzionali ed eterni.

    L’intervento consiste nel rifacimento della facciata esterna e dell’ambiente interno: quest’ultimo è stato svuotato e trasformato in scatola nera, in cui gli ambienti sono generati da tende su rulli che rendono lo spazio flessibile e dinamico.
    Gli spazi diventano così degli sfondi all’esposizione delle lampade di lusso, firma del brand.

    Project: Showroom Marchetti
    Categoria: Architettura
    Luogo: Ancona
    Anno: 2022
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Insula Occidentalis di studioIDEAM

    Il progetto di restauro delle domus della Insula Occidentalis di Pompei di studioIDEAM si è classificato secondo, nella gara di appalto per gli interventi di restauro presso il Parco Archeologico di Pompei.

    Progettazione delle migliorie per il restauro degli...
    Insula Occidentalis di studioIDEAM

    Il progetto di restauro delle domus della Insula Occidentalis di Pompei di studioIDEAM si è classificato secondo, nella gara di appalto per gli interventi di restauro presso il Parco Archeologico di Pompei.

    Progettazione delle migliorie per il restauro degli interni e degli esterni delle domus pompeiane:
    -Casa di Fabio Rufo;
    -Casa della Biblioteca;
    -Casa del Bracciale d’oro;
    -Casa di Castricio.

    Autori:
    studioIDEAM + Urban Value Arch.

    LOCATION | Pompei (Na)
    YEAR | 2020
    CLIENT | Coop. Archeologia
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • VILLA UNIFAMILIARE CON PARCO E PISCINA di studioIDEAM
    Architettura Contemporanea Mediterranea

    StudioIDEAM, societa' di servizi per progetti di architettura, ingegneria e design con sede a Bari, ha curato il progetto per una villa padronale mediterranea su tre livelli con parco e piscina.

    Applic...
    VILLA UNIFAMILIARE CON PARCO E PISCINA di studioIDEAM
    Architettura Contemporanea Mediterranea

    StudioIDEAM, societa' di servizi per progetti di architettura, ingegneria e design con sede a Bari, ha curato il progetto per una villa padronale mediterranea su tre livelli con parco e piscina.

    Applicazione contemporanea di tecniche e materiali tipici dell'edilizia tradizionale pugliese, in abbinamento a tecnologie e materiali moderni per la riqualificazione di un immobile esistente.

    LOCATION | Bari
    YEAR | 2013
    CLIENT | De Marco
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Restructuring and extension of Fontvieille site
    Principality of Monaco

    Massimiliano and Doriana Fuksas won the competition for the project of extension and restructuring of the
    new site of Fontvieille, intended to reinvigorate the district and the port of Fontvieille in Monaco. The project...
    Restructuring and extension of Fontvieille site
    Principality of Monaco

    Massimiliano and Doriana Fuksas won the competition for the project of extension and restructuring of the
    new site of Fontvieille, intended to reinvigorate the district and the port of Fontvieille in Monaco. The project provides answers to major cultural, commercial, urban, architectural and ecological issues.
    The project directs the building to the outside, towards the horizon, creating new links with the environment and the natural landscape all around, from the island of Ranieri III to the sea, crossing the Canton Square, the Animal Garden, the cablecar station and avenue Albert II. The natural elements guided the inspiration: here, the sea, there, the slopes green Mediterranean hills.
    The curved lines evoke the movement of the waves and the topography of the seabed. They also express the geometry of the building, conceived as a extension of the Rock from the mountain to the sea, with levels that are superimposed on terraces, offering outdoor spaces adorned with local plant elements.
    The border between inside and outside tends to disappear and the large hanging garden, at different levels, gives a new architectural identity instead. On each floor, a large opening connects the space commercial terraces that allow you to survey the entire building, from the highest point to the sea.
    Indeed, the pedestrian flows completely cross the project and become real scenic walks with privileged points of view on the horizon: the Rock, the Exotic Garden and the cliff of the Head of the Dog.
    The building is spread over five levels, which are distinguished by color, each linked to a landscape element.
    The ground floor is red, the shadow of the tiles of the historic center of Monaco; the first floor is blue, like the sea; the second floor is lavender, like the flower that grows in the south of France; the third floor is ocher, like the shades of the surrounding facades. Finally, in the hanging garden, the gray evokes the cliffs of the Côte d’Azur. Each of these colors is used for floors, furniture and ceilings.
    The colored drops that define the floors with their organic forms are sandstone or marble. These drops of color are reproduced on the ceiling, lit by colored LEDs. Furniture, also designed according to the organic lines, are fiberglass.
    The new Fontvieille site offers a contemporary, fluid and organic architecture. Activities commercial spaces are deployed along a covered space, communicating directly to the outside. Every level, the central space opens onto a terrace facing the sea, creating a dialogue with the natural elements of the landscape, such as views of Fort Fontvieille Rock or natural light to the mall.
    The ecological aspect is one of the essential elements of the project, whose impact in the site allows to develop a “Green corridor” between the Rock and the Exotic Garden. The greening of the building introduces nature into the urban space, creating a new landscape up to the sea.

    PROJECT
    Project for the site of Fontvieille

    SITE
    Fontvieille, Principality of Monaco

    CLIENT
    Principality of Monaco
    Cabinet of the Prince
    Ministère des Finances
    Administration des Domaines

    ARCHITECTS
    Massimiliano and Doriana Fuksas

    INTERIOR DESIGN
    Fuksas Design

    CONSULTANTS
    Landscape: Atelier Jean MUS
    Local Architect: Alexis Blanchi Architecture
    Commercial Architect: L35
    Commercial Developer: SOCRI
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Risanamento conservativo a uso terziario Fashion Hotel Moschino a Milano di CED Ingegneria

    L’edificio a destinazione alberghiera soggetto a risanamento prevede le seguenti caratteristiche:
    Spazi dimensionati per 75 camere di albergo in categoria 4 stelle business collocate ai piani mezzanino,...
    Risanamento conservativo a uso terziario Fashion Hotel Moschino a Milano di CED Ingegneria

    L’edificio a destinazione alberghiera soggetto a risanamento prevede le seguenti caratteristiche:
    Spazi dimensionati per 75 camere di albergo in categoria 4 stelle business collocate ai piani mezzanino, nobile, secondo e attico;
    Organizzazione degli spazi al piano terra per una hall centrale ai cui lati saranno disposti un ristorante ed un’area conferenza comprendente anche gli uffici direzionali;
    Distribuzione delle superfici al piano interrato per ubicazione della cucina con annesso magazzino, la lavanderia e un fitness center.

    E’ stato inoltre modificato il progetto delle autorimesse esterne e interrate con un maggiore utilizzo di prefabbricazione, si è reso necessario progettare perciò le autorimesse con un modello di calcolo senza tiranti e con le spinte del terreno assorbite da porzioni di solaio da realizzare in prima fase, lasciando un ampio foro centrale. Con tale soluzione si è ottimizzato lo scavo e si è completato per primo l’ultimo piano interrato dove sono state alloggiate le macchine degli impianti.

    Periodo: 2006 – 2008

    Caratteristiche dell’intervento:
    Superficie lorda di pavimento: 6.023 mq
    Altezza massima: 19,70 m
    Volume interessato: 22.000 mc
    Numero max piani: 5 + 4 interrati
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Unione Professionisti Ad
    ACQUISTA SUBITO LA TUA FORMAZIONE ONLINE
    https://shop.unioneprofessionisti.com/acquista-ora/?utm_source=Edilsocialnetwork&utm_medium=Banner%20500x90&utm_campaign=Brand%20Awareness&utm_content=Scopri%20Di%20Piu
    Inizia ora il tuo percorso di crescita con i corsi e-learning di Unione Professionisti
  • MISSISSIPPI - GABICCE MARE di Michele Bonini

    Un locale su palafitte che sorge in mare davanti alla spiaggia di Gabicce, dove le Marche confinano con la romagnola Cattolica; il Mississippi è stato un Ristorante, Bar Night Club, Dancing, che ha avuto la sua stagione d’oro negli anni ’60, quando...
    MISSISSIPPI - GABICCE MARE di Michele Bonini

    Un locale su palafitte che sorge in mare davanti alla spiaggia di Gabicce, dove le Marche confinano con la romagnola Cattolica; il Mississippi è stato un Ristorante, Bar Night Club, Dancing, che ha avuto la sua stagione d’oro negli anni ’60, quando sullo stretto molo che lo collega alla spiaggia sfilavano le Miss Mississippi, e al finto battello sul mare attraccavano motoscafi da cui sbarcavano i vip di quei tempi. Secondo il progettista che lo ideò alla fine degli anni ’50, doveva apparire come un tipico battello fluviale, con tanto di enorme ruota a pale disegnata sui fianchi. E' il 1959 quando il battello Mississippi ormeggia definitivamente a Gabicce , prima in dimensione ridotta e nel '63 ampliato nella parte a mare.

    I primi anni '70 furono anni d'oro. Di giorno la gente si metteva sul balcone che gira tutt'intorno al locale o sulla panoramica terrazza da cui qualcuno ogni tanto si tuffava perché l'acqua allora era alta. Sul retro un giorno attraccò una barca proveniente da Bellaria e per la scaletta salì Raffaella Carrà. Ma vennero a suonare anche i Camaleonti, le Orme, arrivò anche Mike Bongiorno. Comunque sempre pieno fino all'alba. Ottima la stagione del '61 quando venne a suonare un pianista di colore. La sera delle auto di lusso scendevano donne in lungo e uomini eleganti per la cena e poi il ballo. Dopo no, tutto è cambiato; ricordo come un certo Lucio Dalla si presentò con barba e capelli lunghi ed un paio di occhialini tondi.”

    L’abbandono dell’attività del locale ristorante e dancing, la mancanza negli anni di opere di manutenzione e la stessa vulnerabilità della struttura aggredita dagli agenti atmosferici e delle condizioni climatiche del luogo hanno nel tempo determinato il progressivo stato di degrado e di precaria conservazione del Mississippi, precludendone ogni possibile uso. La struttura oggi abbandonata già da alcuni decenni è costituita da una piattaforma di circa 900 mq, in cemento armato poggiante su 48 pali di cemento infissi direttamente sul fondale marino. Sulla piattaforma appoggia un edificio di circa 400 mq con copertura piana ad uso terrazza. L'accesso alla piattaforma e all'edificio è garantito da un pontile - passerella di collegamento con il lungomare turistico.

    La finalità del progetto è stata quella di recuperare la struttura, creando un nuovo contenitore pubblico di uso e funzioni, in grado di soddisfare le necessità della collettività in generale, cittadini e fruitori della spiaggia gabiccese, mediante uno spazio rappresentativo, attrattore e catalizzatore di iniziative culturali e turistiche con funzione di promozione, valorizzazione e divulgazione degli aspetti storico e scientifici del mare, della costa adriatica e del prospiciente promontorio del Parco Naturale del Monte San Bartolo.

    Il percorso progettuale parte dalla completa demolizione della struttura esistente in cemento armato, liberando conseguentemente la piattaforma di base realizzata su palafitta ed uniformando il dislivello della piastra determinato dai diversi salti di quota che segnano le varie fasi di costruzione dell’edificio e di ampliamento verso mare avvenuti sino agli anni ’90.

    Dei portali di acciaio, ancorati alla testa dei pali esistenti, segnano il passo della nuova struttura dell’edificio, determinando un alleggerimento dei carichi permanenti sulla palafitta e definendo il nuovo volume e gli spazi aperti delle due testate e della terrazza panoramica superiore, vere e proprie piastre e piazze aperte sul mare.

    Il proseguimento verticale del filo esterno della facciata costituisce il parapetto del soprastante solaio piano di copertura ad uso terrazza, alla quale si accede da due scale metalliche, aperte e trasparenti dove trova luogo il bar di servizio alla struttura.

    La piattaforma è protetta lateralmente da un parapetto in acciaio inox e rete, uniforme nel disegno lungo l’intero perimetro, trasparente alla vista esterna, al fine di evitare ogni possibile forma di rifrangenza e specchiatura determinato dall’impatto luminoso esterno.

    L’immagine finale delle facciate è determinata dalle linee sinuose che caratterizzano le grandi superfici vetrate curvilinee, e dalla pelle esterna di rivestimento, a ricordo di forme di organismi naturali e marini, con l’applicazione di formelle ceramiche, di spessore variabile vere e proprie squame architettoniche, che spezzano la compattezza delle facciate del monoblocco, attraverso il dialogo materico con la luce ed i riflessi dell’acqua che le circonda.

    PICS BY: Aldo Amoretti
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Angry Architects è entrata nel gruppo
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • PALAZZO ARTURO ATTI di Studio IDEAM

    Restauro conservativo delle facciate dello storico Palazzo Arturo Atti, uno dei più pregevoli esempi di stile eclettico dei primi del ‘900.

    Costruito tra il 1915 ed il 1916 dal Cav. Luigi Colonna, su progetto dell’ing. Ettore Patruno per conto del Sig....
    PALAZZO ARTURO ATTI di Studio IDEAM

    Restauro conservativo delle facciate dello storico Palazzo Arturo Atti, uno dei più pregevoli esempi di stile eclettico dei primi del ‘900.

    Costruito tra il 1915 ed il 1916 dal Cav. Luigi Colonna, su progetto dell’ing. Ettore Patruno per conto del Sig. Arturo Atti, sorge nel quartiere Umbertino, il quartiere più elegante della città di Bari.

    Interventi conservativi operati sull'edificio e sulle statue.

    LOCATION |Bari
    YEAR | 2021-2022

    Pics by Studio IDEAM
    Leggi altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
  • Federica Seregni è entrata nel gruppo
    Post is under moderation
    Stream item published successfully. Item will now be visible on your stream.
Non ci sono ancora attività.
Impossibile caricare il contenuto. Riprova.