I “contrasti” di colore tra i metalli Planium per scenari classici e innovativi

Metalli Planium
Nella nostra lingua la parola "contrasto" assume spesso un connotato negativo, tanto che viene utilizzata per indicare un incidente, un dissidio tra gruppi e persone. Nella storia del colore e quindi dell'estetica non è però sempre così, anzi: è proprio l'accoppiare ciò che è dissimile, talvolta completamente antitetico, a generare una fruttuosa ar...
Continua a leggere

Thailandia, un ristorante per riscoprire la cultura femminile del luogo

Bangkok Project Studio
In un villaggio vicino al fiume Chao Phraya nel distretto di Ban Run, Ayutthaya, il Bangkok Project Studio ha realizzato un ristorante che è un intenso omaggio al patrimonio culturale del luogo e alla sua popolazione. L'opera è composta da cinque edifici a due piani, di identica dimensione, a forma di triangoli rettangoli collegati da percorsi in q...
Continua a leggere

Frame, disegnata per Snaidero dall’architetto Iosa Ghini

Frame, disegnata per Snaidero dall’architetto Iosa Ghini
IL PROGETTOCon Frame, disegnata per Snaidero dall'architetto Iosa Ghini, la cucina visita l'immaginario classico interpretandolo in chiave estremamente contemporanea. Un neo-chic che cita e riattualizza anche in chiave funzionale, alcuni elementi iconici della progettazione classica: l'anta telaio, interpretata con apertura con gola, l'utilizzo di ...
Continua a leggere

Innovazione e tecnologia nei nuovi lanci di Roca

Roca
All'interno del suo continuo obiettivo di migliorare le soluzioni bagno attraverso l'innovazione, Roca presenta due nuovi prodotti che mettono design e tecnologia al servizio dell'igiene e del benessere, insieme a uno dei materiali più innovativi per lo spazio bagno. In-Wash®In-Tank®, la smart toilet con cassetta integrata, la Smart Shower, con set...
Continua a leggere

Il gruppo Snaidero cede la controllata tedesca rational al gruppo Bravat

Massimo Manelli
Il Gruppo Rino Snaidero S.p.A., leader italiano nella produzione e commercializzazione di cucine di design, qualità e stile, annuncia la cessione delle attività, delle operazioni e dei marchi "Rational", "Regina" e "Mahlzeit by Rational" al Gruppo internazionale Bravat, con sede a Linden in Germania, tramite una operazione di asset deal. L'accordo ...
Continua a leggere

Torna in voga l’Ottone, elegante lega del Rame

Torna in voga l’Ottone, elegante lega del Rame

L’ottone è una lega di rame e zinco: la sua colorazione non è sempre uniforme, anzi: anche se generalmente è dotato di tutte le caratteristiche del rosso dorato, ha in realtà affascinanti note di verde; Planium vuole proporlo, come da tradizione, in tre diverse lavorazioni. Attraverso la spazzolatura, l’ottone mantiene il carattere di classicità che lo contraddistingue nella sua natura minimale; la satinatura permette al metallo una resa di maggiore opacità e consente di definirlo in uno stadio di lavorazione intermedia tra la spazzolatura e la tela, anch’essa ottenuta attraverso una satinatura che è però più marcata.
Più del freddo acciaio che per decenni ha fatto piazza pulita nel settore design e arredamento, l’ottone offre la percezione di una decorazione d’arredo “calda”. Oggi il design ha voluto premiare un “ritorno di fiamma” di questo elemento che è andato di moda per buona parte del ‘900, soprattutto negli anni ’30, per poi scomparire gradualmente fino alla sua ricomparsa. Oltre alle applique, basta ricordare in questo senso la storica lampada “ministeriale” Emeralite, detta anche lampada Churchill, brevettata nel 1909, prodotta in serie nel trentennio 1909-1939, un classico fino ai ’60, relegata principalmente alle scrivanie istituzionali, ultimamente tornata in auge. Nel modello originale sono di ottone il fusto e la base, di vetro il paralume.

Snaidero vince il Save the Brand Award 2019 nella categoria best practice internazionalizzazione

Snaidero vince il Save the Brand Award 2019 nella categoria best practice internazionalizzazione

Majano (UD) 29 novembre 2019 – Si è svolta ieri sera, al Four Seasons Hotel di Milano, la cerimonia di premiazione dei “Save the Brand Awards”, evento organizzato da LC Publishing Group in collaborazione con ICM Advisors che celebra le eccellenze dei brand italiani dei settori del Fashion, Food e Forniture.
Il Gruppo Snaidero si è aggiudicato un importante riconoscimento nella categoria Best Practice Internazionalizzazione, con la seguente motivazione: “L’azienda ha consolidato la presenza in Cina con l’obiettivo di distribuire le cucine sui canali retail e contract iniziando da quattro nuovi flagship”.
L’Amministratore Delegato del Gruppo Snaidero, Massimo Manelli, ha commentato: “Questo importante riconoscimento giunge al termine di un anno in cui il Gruppo Snaidero è cresciuto in Italia e all’estero grazie ad un importante lavoro di internazionalizzazione dell’azienda, soprattutto con la creazione della jv in Cina che ci porterà ad aprire dieci negozi all’anno nei prossimi tre anni. Sono molto orgoglioso di rappresentare il brand Snaidero, vera eccellenza del Made in Italy, un connubio di qualità, design, unicità e stile che vuole offrire ai suoi clienti un prodotto cucina sempre più in grado di interpretare i bisogni del nostro utilizzatore finale in termini di funzionalità, ergonomicità, domotica e sostenibilità”.

Snaidero Open Day

Snaidero Open Day

L’Open Day Snaidero si rinnova il prossimo 23 Novembre 2019 dalle 15.00 alle 20.00, presso la sede dell’azienda, in Viale Rino Snaidero, 15 a Majano (UD). Un’occasione unica per visitare lo showroom interno e confrontarsi con il team Snaidero sulle ultime tendenze del mondo cucina. Verrà inoltre presentata in anteprima la nuova cucina living Link con il sistema e-Wall, disegnata dai due famosi architetti Andreucci & Hoisl, che rivoluziona il concetto di spazio.


Il tradizionale Open Day di Snaidero si terrà il prossimo 23 Novembre 2019 dalle ore 15.00 alle 20.00. L’azienda apre le porte della sua prestigiosa sede per scoprire le ultime collezioni Snaidero e, tra le oltre 20 cucine esposte, per presentare la prima cucina living realizzata dall’azienda friulana che entrerà in produzione nei prossimi mesi.

Si tratta della cucina LINK con sistema e-Wall, un nuovo concept del living integrato nella cucina, uno spazio nuovo, liberato dall’eccesso dei segni, ispirato al rigore della geometria e basato su un attento studio delle modalità di utilizzo degli spazi operativi. Il progetto segna l’inizio della collaborazione degli architetti Andreucci & Hoisl con il marchio Snaidero e rappresenta un concept innovativo nella progettazione degli spazi di lavoro, che enfatizza al meglio le capacità industriali di Snaidero. Si tratta di un progetto basato su ergonomia e funzionalità operativa, intese come sintesi di dettagli perfetti, inconfondibili, tecnologici, in un perfetto equilibrio di stile e design.
Nel corso del pomeriggio, i visitatori verranno accompagnati in un tour alla scoperta del mondo della cucina visitando lo showroom interno, normalmente non aperto al pubblico.
Nel pomeriggio, gli chef della Electrolux Academy si esibiranno con degli show-cooking all’insegna della qualità e della ricercatezza, supportati dalle ultimissime tecnologie domestiche. Lo showroom Snaidero ospiterà anche la decima edizione del contest Radio Chef, in diretta live su Radio Punto Zero. Il concorso, promosso in tutta la regione dall’emittente Radio Punto Zero, premierà le migliori ricette proposte dai radioascoltatori.
I visitatori potranno apprezzare le tante eccellenze del territorio friulano, prime tra tutte quella del design industriale, di cui Snaidero è ambasciatore nel mondo grazie ai successi raggiunti in oltre 70 anni di storia e alla presenza in 86 Paesi, e quella enogastronomica con un aperitivo di prodotti tipici del territorio, abbinato ad una selezione di ottimi vini regionali.

#THEKITCHENISTHEPLACE, parte la nuova campagna di comunicazione digitale di Snaidero

#THEKITCHENISTHEPLACE, parte la nuova campagna di comunicazione digitale di Snaidero

Il Gruppo Snaidero, azienda che da oltre 70 anni progetta e realizza cucine con una personalità unica e un grado di innovazione esclusiva nei materiali e nel design, lancia la nuova campagna di comunicazione digitale del brand Snaidero, incentrata sul claim #TheKitchenIsThePlace.
L’obiettivo della campagna è quello di sviluppare una strategia di comunicazione che vada oltre il prodotto e possa essere per il consumatore finale “un’esperienza” basata su tutto quello che rappresenta la cucina nella vita di una persona. L’esperienza di un viaggio in una realtà virtuale che unisce il prodotto fisico al digitale, attraverso la APP Snaidero, il mini-sito https://thekitchenistheplace.snaidero.com/, il nuovo catalogo interattivo e una campagna digitale che coinvolge i canali Instagram e Facebook.
La nuova strategia di comunicazione del brand Snaidero è unica ed immersiva per fidelizzare il cliente e suscitare in lui la voglia di scoprire qualcosa di più del marchio e dei prodotti Snaidero. I canali social diventano lo strumento chiave per intercettare il pubblico nella fase di ricerca o scoperta delle cucine Snaidero che in tutto il mondo sono diventate sinonimo di eccellenza, perché da sempre capaci di avere un’identità e un carattere proprio, in dialogo continuo con lo spazio in cui sono inserite e con i desideri delle persone che le vivono.
“Il look grintoso e contemporaneo caratterizza le cucine firmate Snaidero che, da oltre 70 anni, è protagonista di un Made in Italy che affonda le sue radici nell’artigianalità e nella passione tutta italiana per il design. Vogliamo sostenere il brand e il prodotto Snaidero con una campagna di comunicazione innovativa e di grande impatto per tutte le persone amanti del bello e in grado di apprezzare le differenze nei dettagli e nello stile delle nostre cucine. – dichiara Massimo Manelli, Amministratore Delegato del Gruppo Snaidero. – La cucina è il luogo dove tutto accade e il claim “The kitchen is the place” sottolinea l’importanza che la cucina ha nella vita di ogni giorno. Attraverso i nuovi strumenti digitali, il sito, il minisito, il catalogo con realtà aumentata, la App Snaidero, i canali social e la collaborazione con personaggi pubblici e influencers che diventano ambasciatori del vivere la cucina, vogliamo intercettare le passioni dei nostri clienti con un prodotto e un servizio sempre più vicino a loro”.
La campagna è stata ideata da Fabrizio Vagliasindi di Eupragma.  E’ iniziata il 21 ottobre 2019 e proseguirà fino a Eurocucina 2020 sui canali social di Snaidero in Italia, Francia, Spagna, Svizzera francese e Olanda.

Il concept #TheKitchenIsThePlace vede come protagonisti 8 personaggi pubblici e influencers a cui è stato chiesto che cosa rappresenta per loro la cucina.
“Secondo me la cucina è il cuore pulsante della casa”. Vittorio Brumotti, esuberante e spericolato, campione di bike trial e conduttore TV. Uno sportivo in cucina che, tra un’impresa e un allenamento, ha trovato lo spazio perfetto nel quale prendersi cura di sé.
“Per me la cucina è amore, condivisione e famiglia”. Csaba Dalla Zorza, food writer e conduttrice televisiva. Icona di bon vivre e di raffinatezza, per lei la cucina rispecchia quello che siamo e il mondo in cui viviamo, in una parola, la nostra vita.
“La cucina per me non è solo semplicemente un luogo dove si mangia, la cucina è in verità un luogo dove si vive”. DeeDee, giornalista e blogger parigina, per lei la cucina deve essere un ambiente versatile da vivere a proprio piacimento, con una leggerezza confortevole e autenticamente familiare.
“Per me la cucina è il centro, ma non è soltanto il centro della casa, è il centro del mondo. E’ quel luogo in cui ci sta la famiglia, ci stanno gli amici. Con il cibo di varie culture si rompono le barriere. Per me la cucina è proprio il posto che unisce”. Camilla Filippi, attrice italiana amata da cinema e TV, vive la cucina come il centro del mondo, dove la qualità del tempo è data da una condivisione speciale, perché chi cucina regala un pezzo di sé ad ogni piatto.
“Per me la cucina è tradizione, famiglia, cuore. Quel feeling di serenità, quella sensazione di casa”. Frank Gallucci, style and digital consultant, blogger e #proudtobeitalian. La cucina per lui è l’esaltazione di un’essenza tutta italiana che fa la differenza nell’ambiente, come nel cibo.
“Ogni casa, ogni famiglia ha un’identità diversa e la cucina è il luogo che più di tutti li rappresenta”. Ludovica Sauer, mamma e modella con doppia nazionalità brasiliana e tedesca. In cucina si può godere di un attimo tutto per sé, nella perfezione di un momento. Questo è il lusso della semplicità, racchiuso in una cucina.
“La cucina è un inferno, è la parte più difficile del progetto e bisogna pensare a tutti i minimi particolari”. Diego Thomas, architetto e interior designer, cultore della bellezza in ogni sua forma, per lui la cucina va pensata, studiata, ricercata, tra emozioni e suggestioni all’insegna di un’estetica che non è fine a se stessa, ma che si vive, si respira, si cucina.
“La cucina per me è gioia, amore, condivisione e tanto sacrificio”. Roberto Valbuzzi, cuoco, ristoratore, contadino e volto televisivo. Creatività, talento e personalità si esprimono al meglio in una cucina che rispecchi l’essenza di ognuno, per dare vita al piatto perfetto in ogni occasione.
Le stories e i video dei testimonial, al lavoro in una cucina Snaidero, consentono di costruire la brand awareness del prodotto. Snaidero vuole così trasferire ai suoi clienti i valori distintivi della sua mission: la bellezza, la qualità, il design, l’esclusività, l’unicità e la sostenibilità del prodotto Snaidero e lo vuole fare attraverso un nuovo canale di comunicazione che è più vicino alle persone che scelgono una cucina Snaidero. Nuovi strumenti per facilitare l’esperienza di acquisto negli store Snaidero saranno messi a disposizione dei clienti, attraverso un potenziamento del customer care e dei servizi di assistenza post-vendita per soddisfare le richieste anche più esigenti.

Sui canali social, key visual distintivi dal mood coinvolgente e moderno raccontano le caratteristiche delle cucine Snaidero: proposte d’arredo funzionali e sartoriali, sempre diverse e uniche, in un’evoluzione virtuosa molto attenta alle esigenze delle persone e all’impatto ambientale. Un’armonia in cui innovazione, sostenibilità, dettagli smart e personalizzati creano un ambiente da vivere e da condividere a 360°, frutto di un’azienda che innova e detta nuovi canoni di stile e di design nel panorama internazionale dal 1946.

“La cucina è lo spazio della casa dove si vive. Si usa e si osa. Vogliamo raccontare tante storie, diverse tra loro, come lo sono le persone che ci abitano, utilizzando un linguaggio digitale, assieme a esperienze fisiche emozionali all’interno dei punti vendita. Snaidero fino ad ora ha sempre parlato ai rivenditori per arrivare al cliente finale; oggi vogliamo parlare ad entrambi ma anche direttamente a chi sceglie una cucina Snaidero per arredare la propria casa. Lo vogliamo fare partendo dalla fase di ispirazione sino alla fase dell’utilizzo, parlando di emozioni, di quotidianità, di momenti che ciascuno può ritrovare nell’intimità della propria cucina, attraverso volti noti al pubblico e un modello di comunicazione semplice, interattivo che consente all’utente finale di avvicinarsi al mondo delle cucine Snaidero con un semplice click”, commenta Roberto Lizzi, Direttore Commerciale di Snaidero.
La nuova strategia di comunicazione coinvolgerà anche e in modo particolare i punti vendita Snaidero in Italia, Francia, Spagna, Svizzera francese e Olanda con l’obiettivo di creare una community fidelizzata che sceglie di entrare in uno store Snaidero non solo per la qualità, la solidità e il design delle cucine ma anche per i molteplici servizi offerti. Gli store offrono una vera e propria esperienza di incontro con il mondo Snaidero, attraverso la APP Snaidero che diventa l’elemento chiave nella relazione diretta del marchio con il fruitore finale. In una prima fase, con la APP il cliente può entrare nel nuovo catalogo #ThekitchenIsThePlace che attraverso la realtà aumentata diventerà interattivo. In un secondo momento, saranno sviluppati altri servizi collegati alla APP. Essa si trasformerà in un servizio diretto di Customer Care, offrendo la possibilità di entrare in contatto telefonico con un operatore. Inoltre, la APP fornirà anche un “Manuale interattivo” della cucina acquistata attraverso il quale, inquadrando dei tag nei pensili, sul piano o nei cassetti, il cliente potrà attivare dei video tutorial che gli consentono di conoscere ogni dettaglio di ergonomia nell’utilizzo della propria cucina. Una apposita sezione della APP sarà dedicata alla relazione con i clienti di Snaidero che diventano dei Brand Ambassador del marchio e avranno la possibilità di partecipare ad eventi organizzati negli store Snaidero come corsi di cucina o di table settings, di accedere in anteprima alla presentazione di nuovi prodotti Snaidero, di entrare a far parte della grande famiglia internazionale di Snaidero, ma con solide radici nel territorio friulano di Majano, in provincia di Udine.

Legno o laccato: la scelta della porta interna

Legno o laccato: la scelta della porta interna

Spesso il consumatore non esperto tende a far confusione rispetto le varie tipologie e finiture che ruotano attorno ad una porta.
Legno massello, tamburato, laminato, laccato… è un mondo in continua evoluzione sempre affascinante e molto interessante per chi deve ristrutturare casa o costruirne una nuova.

Legno VS Laccato
Tralasciando le categorie più economiche, ci ritroviamo abitualmente dei clienti molto combattuti nella scelta tra una porta con finitura in legno oppure una porta interna laccata.

Le porte in legno possono essere di diverse misure e con metodi costruttivi differenti, ma si possono sostanzialmente suddividere in due schieramenti: le porte in legno tamburato e quelle in legno massello.

Le prime, molto più utilizzate in quanto versatili e meno delicate, sono costituite da dei tranciati di legno che andranno a ricoprire la superficie. La struttura supporta una impiallacciatura in legno (di solito frassino o rovere) spessa alcuni millimetri e uno strato di mdf idrofugo.

Come vengono dipinte le porte in legno tamburato
Se la finitura della porta prevede una laccatura a poro aperto, sarà l’impiallacciatura ad essere verniciata, mentre se si vuole ricoprire totalmente la parte legnosa (e quindi non far vedere le venature naturali del legno), andrà verniciato lo strato in mdf.

Le porte in legno massello: preziose ma poco versatili
Solo il 10% della produzione mondiale si occupa delle porte in massello, dove ci sono solamente elementi in legno e non esiste una struttura tamburata. La porta viene sorretta da un multistrato rivestito di tranciati di legno. Sono porte generalmente molto costose (diffidare da porte in massello economiche!) e non andrebbero laccate, in quanto il legno si può restringere o dilatare in base all’umidità della casa, e quindi si andrebbero a creare delle crepe antiestetiche.

La scelta di design
Sostanzialmente, la scelta finale dipende dallo stile che si vuole dare alla propria casa. Le porte con finitura in legno riscaldano l’ambiente e possono presentare diverse essenze, tra le più chiare, come il rovere sbiancato, alle più scure; in base al taglio e alla struttura della porta stessa possono donare una sensazione più moderna oppure retrò.

Le porte laccate vengono generalmente utilizzate in ambienti moderni per dare un aspetto pulito, pregiato ma non serioso alle varie stanze della casa.
Possono essere bianche (le più richieste) oppure colorate in svariate tinte, in finitura opaca oppure lucida.

Design e sicurezza a portata di mano con le nuove maniglie per finestre REHAU

Design e sicurezza a portata di mano con le nuove maniglie per finestre REHAU

REHAU, azienda leader nello sviluppo di sistemi in PVC, completa il design dei suoi profili per finestre e portefinestre in chiave funzionale ed estetica con l’introduzione in gamma dell’elemento maniglia. Ergonomiche, maneggevoli e studiate per garantire ancor più sicurezza, le nuove maniglie LINEA e VIELO offrono ai serramentisti un nuovo componente capace di conferire un tocco di stile classico o contemporaneo, personalizzando gli infissi secondo diversi gusti ed esigenze.

Particolarmente adatte in caso di ristrutturazione grazie alla conformità alla norma DIN 18104-1 ed utilizzabili in tutti i paesi dell’Unione Europea secondo DIN V ENV 1627 -1630, le maniglie LINEA di REHAU esercitano un’efficace funzione antieffrazione, offrendo una sicurezza moderna per finestre più protette. Oltre a prevenire i tentativi di scasso, contribuiscono inoltre a definire il carattere e lo stile del profilo attraverso un design essenziale dalle linee pulite, che può essere personalizzato con cinque varianti cromatiche che includono l’oro, l’argento, il bianco, il marrone e l’acciaio.    

La linea VIELO è invece pensata per coloro che prediligono un design tradizionale, basato su uno stile classico ed elegante, capace di integrarsi perfettamente in qualsiasi contesto. Disponibili in variante bianca e argento, le maniglie REHAU VIELO trasmettono una sensazione di tranquillità ed armonia grazie alle forme arrotondate dalle linee dolci, accrescendo il benessere all’interno dell’abitazione e dando vita a finestre dal design senza tempo.

Personalizzabili nella forma e nel colore, i profili REHAU si arricchiscono così di un ulteriore elemento per completare le finestre in un’ottica di sicurezza e di integrazione armonica con l’interior design.

Nasce Snaidero China

Nasce Snaidero China

JOINT VENTURE TRA SNAIDERO RINO S.P.A e HI-SEASON TRADING CO. LTD

Snaidero consolida la sua presenza in estremo oriente attraverso la creazione di una joint venture con Hi-Season Trading co. Ltd di Pechino, con l’obiettivo di distribuire il prodotto Snaidero - marchio italiano di cucine, rigorosamente Made in Italy, sinonimo di design, qualità e stile - sui canali retail e contract in Cina.
Majano (UD), 22 marzo 2019 – Il Gruppo Rino Snaidero S.p.A., leader nella produzione e commercializzazione di cucine dal design raffinato ed elegante, annuncia la creazione di Snaidero China Ltd, una joint venture con il partner Hi-Season Trading co. Ltd di Pechino, finalizzata alla distribuzione in via esclusiva del prodotto Snaidero sui canali retail e contract cinesi.
Il partner Hi-Season Trading co. Ltd è una società cinese con sede a Pechino, leader nella distribuzione a gestione diretta di elettrodomestici di fascia alta importati da Italia, Germania e Francia, attraverso una rete di circa 250 negozi in oltre 70 città della Cina.
Il mercato cinese dell’arredo cucine, sia nel segmento retail sia in quello contract, rappresenta per Snaidero un’opportunità strategicamente rilevante, data la dimensione continentale del mercato e la sua frammentarietà, la crescita prevista e la presenza di un ampio e crescente segmento di potenziali clienti che ricercano un prodotto e un servizio di elevata qualità, vero punto di forza delle cucine Snaidero.
La joint venture ha sede a Pechino e ha come obiettivo iniziale quello di aprire 4 flagship store monomarca Snaidero a Pechino, Shanghai, Shenzhen, Chengdu. La prima apertura è già stata pianificata per il mese di giugno di quest’anno nella città di Pechino ed entro il 2019 ci saranno le inaugurazioni nelle altre tre città. A seguire, sono previste molteplici altre aperture di negozi con partner locali o sub-dealers, sotto la diretta gestione di Snaidero China.
La produzione delle cucine per il mercato cinese sarà concentrata integralmente nello stabilimento di Majano, in provincia di Udine, dove ha sede lo stabilimento produttivo dell’azienda fin dalla sua nascita nel 1946.
Snaidero si presenta in Cina con il chiaro obiettivo di ampliare la propria rete commerciale in un Paese dalle grandi potenzialità, incrementando la distribuzione del brand e posizionandosi su una fascia distintiva e di eccellenza dove design, qualità e servizio sono un pre-requisito imprescindibile di successo, sia nel business retail sia in quello contract.
Nei flagship store monomarca saranno ospitate le cucine Snaidero, simbolo dell’industria italiana nel mondo, con i modelli firmati dai grandi maestri italiani del design industriale tra le quali la Vision, Ola 20 e Ola 25 di Pininfarina, la Frame di Iosa Ghini, la Opera di Michele Marcon e la Way Materia, design originale Snaidero. La vendita dei prodotti Snaidero è rivolta al mercato retail, al mondo degli architetti ed in generale alla platea dei privati. All'interno dei flagship store ci sarà un team specializzato di architetti che potranno illustrare e supportare anche lo sviluppo di progetti contract per gli sviluppatori immobiliari, i real estate developers.

“Da oltre 50 anni Snaidero esporta le proprie cucine in tutto il mondo attraverso una rete di 330 punti vendita specializzati in Italia e 530 nel mondo, in 86 paesi” - dichiara Massimo Manelli, Amministratore Delegato di Rino Snaidero S.p.A. – “La nascita di Snaidero China rappresenta un ulteriore passo importante, dopo l’acquisizione della maggioranza del gruppo Snaidero da parte del gruppo Dea Capital, per costruire una presenza strutturata in Cina, paese che può offrire opportunità significative per noi, data la dimensione del mercato e il suo potenziale sviluppo nel prossimo futuro. Questa joint venture darà a Snaidero un impulso fondamentale per sostenere la strategia di crescita sia nel breve che nel medio-lungo termine. Hi-Season Trading co. Ltd è il partner ideale per portare il nostro brand nella Great China e coniugare alla qualità e al design del prodotto Snaidero un altissimo livello di servizio. Questa operazione rappresenta un ulteriore passo verso una presenza sempre più internazionale e sempre più qualificata del nostro gruppo all’estero”.

MCZ presenta Raam, la stufa "salvaspazio"

MCZ presenta Raam, la stufa "salvaspazio"

Con la sua profondità di soli 28,2 cm, Raam di MCZ è una stufa a pellet perfetta per i corridoi e in generale per le stanze in cui ogni centimetro in più sarebbe di troppo. È realizzata interamente in acciaio, nero per il corpo, White, Bordeaux, Black o Silver per il frontale dalle linee geometriche.
Ha due uscite d’aria, una sul top, per l’ambiente di installazione, e una canalizzabile, per riscaldare altre stanze, fino a 8 metri di distanza. L’uscita della canna fumaria può essere sul retro oppure sul top, per ridurre ancora di più l’ingombro complessivo.
Ulteriori caratteristiche di questo prodotto sono:
• struttura stagna: Raam funziona prelevando ossigeno esclusivamente dall’esterno e garantisce minori consumi e un perfetto comfort termico, senza alcun rischio di emissioni di fumo in ambiente;
• velocità di accensione: grazie ad una candeletta ceramica, la fiamma appare in meno di tre minuti, con una diminuzione dei tempi di accensione del 40% e una sensibile riduzione dei consumi elettrici;
• silenzio assoluto, quando vuoi tu: la funzione No-Air consente di escludere totalmente la ventilazione forzata della stufa, garantendo massima silenziosità e tutto il piacere del calore diffuso in ambiente per convezione naturale;
• gestione a distanza con kit opzionale.

 

Stile e produzione 100% italiani per una Villa alle porte di Venezia

Stile e produzione 100% italiani per una Villa alle porte di Venezia

L’arredo a cura di Mobilspazio

Villa Erica si trova a pochi minuti da Venezia in una zona tranquilla e facilmente raggiungibile con mezzi pubblici o privati. Completamente restaurata nel 2017 e a gestione familiare, propone ai suoi ospiti un ambiente elegante, ma informale a pochi km da Venezia.
Un’ampia terrazza a disposizione degli ospiti permette di rilassarsi dopo una giornata tra le calli e i canali di Venezia. L’arredo delle camere è stato seguito completamente da Mobilspazio con la consueta cura del dettaglio. Le camere di Villa Erica uniscono bellezza estetica e confort a durata e resistenza.
La produzione e il design sono 100% made in Italy. Le superfici sono antigraffio e i materiali utilizzati sono stati studiati per resistere ad ogni situazione climatica. Lo spessore 38 mm degli articoli è certamente il valore aggiunto della produzione Mobilspazio.

Collezione Top Lops: i soggiorni componibili a marchio Lops

Collezione Top Lops: i soggiorni componibili a marchio Lops

La collezione Top Lops a marchio Lops, presenta un’ampia proposta di soggiorni componibili adatti a soddisfare le più particolari esigenze estetiche, funzionali e di dimensione. Le laccature sono effettuate con materiali a base d’acqua e i pannelli sono in Ecolab, materiale con minime emissioni di formaldeide.

GUARDA LA GALLERY SOTTO

Mobilspazio: esportiamo il made in Italy in tutto il mondo

Mobilspazio: esportiamo il made in Italy in tutto il mondo

Vi raccontiamo la storia di due fratelli, quindi di una seconda generazione che ha preso le redini dell’azienda di famiglia per portarla a livelli di eccellenza. Siamo andati a trovare Stefano e Simone Strologo, titolari della Mobilspazio all’Aspio di Osimo che da più di 30 anni si occupa della progettazione e della produzione di arredi per hotel, complessi residenziali e strutture ricettive.

La vostra famiglia quando ha iniziato ad occuparsi di arredamento?

Tutto è partito nel 1982 con nostro padre Carlo che ha aperto l’azienda realizzando mobili per la casa così come era in voga in quegli anni. Con il nostro ingresso abbiamo provato a guardare oltre, consapevoli che se ci fossimo concentrati solo sugli allestimenti per la casa avremmo rischiato di sopravvivere, mentre il nostro obiettivo era di crescere ed affermarci. Così ci siamo buttati sul settore del contract, cioè delle forniture per grandi progetti di arredamento per alberghi e residence. Prima di farlo però abbiamo chiesto a nostro padre se era disponibile a fare questo salto, lui ha acconsentito lasciandoci l’azienda.

In pratica avete fatto una rivoluzione. Forse sarà perché eravamo giovani, e quindi un po’ spregiudicati, ma avevamo tanto entusiasmo e la convinzione che saremmo riusciti a convertire con successo la produzione. C’è da dire che oggi in Italia molte aziende lavorano sia per il mercato dell’arredo domestico che per quello delle grandi commesse, alberghi, villaggi turistici, centri congressi, impianti sportivi, aeroporti… Poche, pochissime però sono quelle in grado di fornire il cosiddetto “chiavi in mano”, in grado cioè di fornire tutto l’arredo di un grande progetto, sia esso un albergo o un complesso residenziale come la Mobilspazio che, anticipando i tempi, è riuscita a conquistarsi un’importante fetta di mercato.

Come siete riusciti in questa impresa?

Continua a leggere