Il modulo PHYTOFILTER è un impianto di trattamento biologico a biomassa adesa, e costituisce la risposta ideale alla necessità di trattare le acque di piccole utenze domestiche non servite dalla fognatura. È dimensionato sulla base dei seguenti...
Il modulo PHYTOFILTER è un impianto di trattamento biologico a biomassa adesa, e costituisce la risposta ideale alla necessità di trattare le acque di piccole utenze domestiche non servite dalla fognatura. È dimensionato sulla base dei seguenti dati: Portata affluente pari a 250 litri per abitante equivalente al giorno, Carico organico pari a 60 gr di BOD5 per abitante equivalente al giorno.

E’ costituito da una vasca prefabbricata in materiale plastico. Viene consegnato in cantiere completo di tutti i componenti e pronto per essere installato in una trincea di scavo appositamente predisposta.

L’aspetto finale dell’impianto è piacevole, si inserisce alla perfezione anche in un contesto urbano, risultando del tutto simile ad un’aiuola. Non ci sono produzioni di odori o insetti molesti, rumori o consumi di energia dovuti a motori esterni all’impianto. La manutenzione ordinaria si riduce ad una regolare ed adeguata manutenzione delle vasche di sedimentazione primaria.

A monte dell’impianto vanno infatti installate le vasche di sedimentazione (Imhoff e condensagrassi, oppure in alternativa una vasca a 3 camere) il cui dimensionamento è importantissimo per ottimizzare il funzionamento dell’impianto. Lo scarico dell’acqua depurata andrà in corso idrico superficiale oppure sul suolo (mediante subirrigazione o scarico in una scolina parzialmente asciutta).

Ambito di utilizzo: Scarichi civili da 5 a 20 abitanti equivalenti.
Leggi altro
15 Giugno 2018 ·   1 anno fa
Il modulo PHYTOFILTER è un impianto di trattamento biologico a biomassa adesa, e costituisce la risposta ideale alla necessità di trattare le acque di piccole utenze domestiche non servite dalla fognatura. È dimensionato sulla base dei seguenti...
Il modulo PHYTOFILTER è un impianto di trattamento biologico a biomassa adesa, e costituisce la risposta ideale alla necessità di trattare le acque di piccole utenze domestiche non servite dalla fognatura. È dimensionato sulla base dei seguenti dati: Portata affluente pari a 250 litri per abitante equivalente al giorno, Carico organico pari a 60 gr di BOD5 per abitante equivalente al giorno.

E’ costituito da una vasca prefabbricata in materiale plastico. Viene consegnato in cantiere completo di tutti i componenti e pronto per essere installato in una trincea di scavo appositamente predisposta.

L’aspetto finale dell’impianto è piacevole, si inserisce alla perfezione anche in un contesto urbano, risultando del tutto simile ad un’aiuola. Non ci sono produzioni di odori o insetti molesti, rumori o consumi di energia dovuti a motori esterni all’impianto. La manutenzione ordinaria si riduce ad una regolare ed adeguata manutenzione delle vasche di sedimentazione primaria.

A monte dell’impianto vanno infatti installate le vasche di sedimentazione (Imhoff e condensagrassi, oppure in alternativa una vasca a 3 camere) il cui dimensionamento è importantissimo per ottimizzare il funzionamento dell’impianto. Lo scarico dell’acqua depurata andrà in corso idrico superficiale oppure sul suolo (mediante subirrigazione o scarico in una scolina parzialmente asciutta).

Ambito di utilizzo: Scarichi civili da 5 a 20 abitanti equivalenti.
Leggi altro
15 Giugno 2018 ·   1 anno fa
Il modulo PHYTOFILTER è un impianto di trattamento biologico a biomassa adesa, e costituisce la risposta ideale alla necessità di trattare le acque di piccole utenze domestiche non servite dalla fognatura. È dimensionato sulla base dei seguenti...
Il modulo PHYTOFILTER è un impianto di trattamento biologico a biomassa adesa, e costituisce la risposta ideale alla necessità di trattare le acque di piccole utenze domestiche non servite dalla fognatura. È dimensionato sulla base dei seguenti dati: Portata affluente pari a 250 litri per abitante equivalente al giorno, Carico organico pari a 60 gr di BOD5 per abitante equivalente al giorno.

E’ costituito da una vasca prefabbricata in materiale plastico. Viene consegnato in cantiere completo di tutti i componenti e pronto per essere installato in una trincea di scavo appositamente predisposta.

L’aspetto finale dell’impianto è piacevole, si inserisce alla perfezione anche in un contesto urbano, risultando del tutto simile ad un’aiuola. Non ci sono produzioni di odori o insetti molesti, rumori o consumi di energia dovuti a motori esterni all’impianto. La manutenzione ordinaria si riduce ad una regolare ed adeguata manutenzione delle vasche di sedimentazione primaria.

A monte dell’impianto vanno infatti installate le vasche di sedimentazione (Imhoff e condensagrassi, oppure in alternativa una vasca a 3 camere) il cui dimensionamento è importantissimo per ottimizzare il funzionamento dell’impianto. Lo scarico dell’acqua depurata andrà in corso idrico superficiale oppure sul suolo (mediante subirrigazione o scarico in una scolina parzialmente asciutta).

Ambito di utilizzo: Scarichi civili da 5 a 20 abitanti equivalenti.
Leggi altro
15 Giugno 2018 ·   1 anno fa
Il modulo PHYTOFILTER è un impianto di trattamento biologico a biomassa adesa, e costituisce la risposta ideale alla necessità di trattare le acque di piccole utenze domestiche non servite dalla fognatura. È dimensionato sulla base dei seguenti...
Il modulo PHYTOFILTER è un impianto di trattamento biologico a biomassa adesa, e costituisce la risposta ideale alla necessità di trattare le acque di piccole utenze domestiche non servite dalla fognatura. È dimensionato sulla base dei seguenti dati: Portata affluente pari a 250 litri per abitante equivalente al giorno, Carico organico pari a 60 gr di BOD5 per abitante equivalente al giorno.

E’ costituito da una vasca prefabbricata in materiale plastico. Viene consegnato in cantiere completo di tutti i componenti e pronto per essere installato in una trincea di scavo appositamente predisposta.

L’aspetto finale dell’impianto è piacevole, si inserisce alla perfezione anche in un contesto urbano, risultando del tutto simile ad un’aiuola. Non ci sono produzioni di odori o insetti molesti, rumori o consumi di energia dovuti a motori esterni all’impianto. La manutenzione ordinaria si riduce ad una regolare ed adeguata manutenzione delle vasche di sedimentazione primaria.

A monte dell’impianto vanno infatti installate le vasche di sedimentazione (Imhoff e condensagrassi, oppure in alternativa una vasca a 3 camere) il cui dimensionamento è importantissimo per ottimizzare il funzionamento dell’impianto. Lo scarico dell’acqua depurata andrà in corso idrico superficiale oppure sul suolo (mediante subirrigazione o scarico in una scolina parzialmente asciutta).

Ambito di utilizzo: Scarichi civili da 5 a 20 abitanti equivalenti.
Leggi altro
15 Giugno 2018 ·   1 anno fa
Il modulo PHYTOFILTER è un impianto di trattamento biologico a biomassa adesa, e costituisce la risposta ideale alla necessità di trattare le acque di piccole utenze domestiche non servite dalla fognatura. È dimensionato sulla base dei seguenti...
Il modulo PHYTOFILTER è un impianto di trattamento biologico a biomassa adesa, e costituisce la risposta ideale alla necessità di trattare le acque di piccole utenze domestiche non servite dalla fognatura. È dimensionato sulla base dei seguenti dati: Portata affluente pari a 250 litri per abitante equivalente al giorno, Carico organico pari a 60 gr di BOD5 per abitante equivalente al giorno.

E’ costituito da una vasca prefabbricata in materiale plastico. Viene consegnato in cantiere completo di tutti i componenti e pronto per essere installato in una trincea di scavo appositamente predisposta.

L’aspetto finale dell’impianto è piacevole, si inserisce alla perfezione anche in un contesto urbano, risultando del tutto simile ad un’aiuola. Non ci sono produzioni di odori o insetti molesti, rumori o consumi di energia dovuti a motori esterni all’impianto. La manutenzione ordinaria si riduce ad una regolare ed adeguata manutenzione delle vasche di sedimentazione primaria.

A monte dell’impianto vanno infatti installate le vasche di sedimentazione (Imhoff e condensagrassi, oppure in alternativa una vasca a 3 camere) il cui dimensionamento è importantissimo per ottimizzare il funzionamento dell’impianto. Lo scarico dell’acqua depurata andrà in corso idrico superficiale oppure sul suolo (mediante subirrigazione o scarico in una scolina parzialmente asciutta).

Ambito di utilizzo: Scarichi civili da 5 a 20 abitanti equivalenti.
Leggi altro
15 Giugno 2018 ·   1 anno fa
I trattamenti di fitodepurazione sono trattamenti di tipo biologico nei quali le piante, che si sviluppano favorevolmente in terreni umidi, hanno un ruolo chiave nelle depurazione delle acque reflue.

Negli impianti di fitodepurazione vengono...
I trattamenti di fitodepurazione sono trattamenti di tipo biologico nei quali le piante, che si sviluppano favorevolmente in terreni umidi, hanno un ruolo chiave nelle depurazione delle acque reflue.

Negli impianti di fitodepurazione vengono ricostituiti artificialmente degli habitat naturali, nei quali hanno modo di svilupparsi quei fenomeni biologici naturali che permettono la depurazione delle acque da trattare. La rimozione degli inquinanti avviene attraverso una complessa varietà di processi biologici, chimici e fisici. Tra questi, riveste un ruolo predominante la cooperazione tra le piante ed i microrganismi, che trovano sulle piante stesse, un habitat adatto al loro sviluppo.

Con la fitodepurazione si sono ottenuti ottimi risultati anche per quel che riguarda l’abbattimento di sostanze scarsamente biodegradabili, quali idrocarburi clorurati, fosfati, metalli pesanti e germi patogeni.

A monte del sistema di fitodepurazione va sempre prevista l’installazione di pretrattamenti, consistenti generalmente in un sedimentatore primario (vasca a tre camere, Imhoff, condensagrassi).

Ambito di utilizzo: Trattamento reflui civili provenienti da piccole comunità, Trattamento reflui industriali.
Leggi altro
15 Giugno 2018 ·   1 anno fa
I trattamenti di fitodepurazione sono trattamenti di tipo biologico nei quali le piante, che si sviluppano favorevolmente in terreni umidi, hanno un ruolo chiave nelle depurazione delle acque reflue.

Negli impianti di fitodepurazione vengono...
I trattamenti di fitodepurazione sono trattamenti di tipo biologico nei quali le piante, che si sviluppano favorevolmente in terreni umidi, hanno un ruolo chiave nelle depurazione delle acque reflue.

Negli impianti di fitodepurazione vengono ricostituiti artificialmente degli habitat naturali, nei quali hanno modo di svilupparsi quei fenomeni biologici naturali che permettono la depurazione delle acque da trattare. La rimozione degli inquinanti avviene attraverso una complessa varietà di processi biologici, chimici e fisici. Tra questi, riveste un ruolo predominante la cooperazione tra le piante ed i microrganismi, che trovano sulle piante stesse, un habitat adatto al loro sviluppo.

Con la fitodepurazione si sono ottenuti ottimi risultati anche per quel che riguarda l’abbattimento di sostanze scarsamente biodegradabili, quali idrocarburi clorurati, fosfati, metalli pesanti e germi patogeni.

A monte del sistema di fitodepurazione va sempre prevista l’installazione di pretrattamenti, consistenti generalmente in un sedimentatore primario (vasca a tre camere, Imhoff, condensagrassi).

Ambito di utilizzo: Trattamento reflui civili provenienti da piccole comunità, Trattamento reflui industriali.
Leggi altro
15 Giugno 2018 ·   1 anno fa
I trattamenti di fitodepurazione sono trattamenti di tipo biologico nei quali le piante, che si sviluppano favorevolmente in terreni umidi, hanno un ruolo chiave nelle depurazione delle acque reflue.

Negli impianti di fitodepurazione vengono...
I trattamenti di fitodepurazione sono trattamenti di tipo biologico nei quali le piante, che si sviluppano favorevolmente in terreni umidi, hanno un ruolo chiave nelle depurazione delle acque reflue.

Negli impianti di fitodepurazione vengono ricostituiti artificialmente degli habitat naturali, nei quali hanno modo di svilupparsi quei fenomeni biologici naturali che permettono la depurazione delle acque da trattare. La rimozione degli inquinanti avviene attraverso una complessa varietà di processi biologici, chimici e fisici. Tra questi, riveste un ruolo predominante la cooperazione tra le piante ed i microrganismi, che trovano sulle piante stesse, un habitat adatto al loro sviluppo.

Con la fitodepurazione si sono ottenuti ottimi risultati anche per quel che riguarda l’abbattimento di sostanze scarsamente biodegradabili, quali idrocarburi clorurati, fosfati, metalli pesanti e germi patogeni.

A monte del sistema di fitodepurazione va sempre prevista l’installazione di pretrattamenti, consistenti generalmente in un sedimentatore primario (vasca a tre camere, Imhoff, condensagrassi).

Ambito di utilizzo: Trattamento reflui civili provenienti da piccole comunità, Trattamento reflui industriali.
Leggi altro
15 Giugno 2018 ·   1 anno fa
I trattamenti di fitodepurazione sono trattamenti di tipo biologico nei quali le piante, che si sviluppano favorevolmente in terreni umidi, hanno un ruolo chiave nelle depurazione delle acque reflue.

Negli impianti di fitodepurazione vengono...
I trattamenti di fitodepurazione sono trattamenti di tipo biologico nei quali le piante, che si sviluppano favorevolmente in terreni umidi, hanno un ruolo chiave nelle depurazione delle acque reflue.

Negli impianti di fitodepurazione vengono ricostituiti artificialmente degli habitat naturali, nei quali hanno modo di svilupparsi quei fenomeni biologici naturali che permettono la depurazione delle acque da trattare. La rimozione degli inquinanti avviene attraverso una complessa varietà di processi biologici, chimici e fisici. Tra questi, riveste un ruolo predominante la cooperazione tra le piante ed i microrganismi, che trovano sulle piante stesse, un habitat adatto al loro sviluppo.

Con la fitodepurazione si sono ottenuti ottimi risultati anche per quel che riguarda l’abbattimento di sostanze scarsamente biodegradabili, quali idrocarburi clorurati, fosfati, metalli pesanti e germi patogeni.

A monte del sistema di fitodepurazione va sempre prevista l’installazione di pretrattamenti, consistenti generalmente in un sedimentatore primario (vasca a tre camere, Imhoff, condensagrassi).

Ambito di utilizzo: Trattamento reflui civili provenienti da piccole comunità, Trattamento reflui industriali.
Leggi altro
15 Giugno 2018 ·   1 anno fa
I trattamenti di fitodepurazione sono trattamenti di tipo biologico nei quali le piante, che si sviluppano favorevolmente in terreni umidi, hanno un ruolo chiave nelle depurazione delle acque reflue.

Negli impianti di fitodepurazione vengono...
I trattamenti di fitodepurazione sono trattamenti di tipo biologico nei quali le piante, che si sviluppano favorevolmente in terreni umidi, hanno un ruolo chiave nelle depurazione delle acque reflue.

Negli impianti di fitodepurazione vengono ricostituiti artificialmente degli habitat naturali, nei quali hanno modo di svilupparsi quei fenomeni biologici naturali che permettono la depurazione delle acque da trattare. La rimozione degli inquinanti avviene attraverso una complessa varietà di processi biologici, chimici e fisici. Tra questi, riveste un ruolo predominante la cooperazione tra le piante ed i microrganismi, che trovano sulle piante stesse, un habitat adatto al loro sviluppo.

Con la fitodepurazione si sono ottenuti ottimi risultati anche per quel che riguarda l’abbattimento di sostanze scarsamente biodegradabili, quali idrocarburi clorurati, fosfati, metalli pesanti e germi patogeni.

A monte del sistema di fitodepurazione va sempre prevista l’installazione di pretrattamenti, consistenti generalmente in un sedimentatore primario (vasca a tre camere, Imhoff, condensagrassi).

Ambito di utilizzo: Trattamento reflui civili provenienti da piccole comunità, Trattamento reflui industriali.
Leggi altro
15 Giugno 2018 ·   1 anno fa
I trattamenti di fitodepurazione sono trattamenti di tipo biologico nei quali le piante, che si sviluppano favorevolmente in terreni umidi, hanno un ruolo chiave nelle depurazione delle acque reflue.

Negli impianti di fitodepurazione vengono...
I trattamenti di fitodepurazione sono trattamenti di tipo biologico nei quali le piante, che si sviluppano favorevolmente in terreni umidi, hanno un ruolo chiave nelle depurazione delle acque reflue.

Negli impianti di fitodepurazione vengono ricostituiti artificialmente degli habitat naturali, nei quali hanno modo di svilupparsi quei fenomeni biologici naturali che permettono la depurazione delle acque da trattare. La rimozione degli inquinanti avviene attraverso una complessa varietà di processi biologici, chimici e fisici. Tra questi, riveste un ruolo predominante la cooperazione tra le piante ed i microrganismi, che trovano sulle piante stesse, un habitat adatto al loro sviluppo.

Con la fitodepurazione si sono ottenuti ottimi risultati anche per quel che riguarda l’abbattimento di sostanze scarsamente biodegradabili, quali idrocarburi clorurati, fosfati, metalli pesanti e germi patogeni.

A monte del sistema di fitodepurazione va sempre prevista l’installazione di pretrattamenti, consistenti generalmente in un sedimentatore primario (vasca a tre camere, Imhoff, condensagrassi).

Ambito di utilizzo: Trattamento reflui civili provenienti da piccole comunità, Trattamento reflui industriali.
Leggi altro
15 Giugno 2018 ·   1 anno fa
Nessuna foto disponibile
Drop a file here to upload.
Impossibile caricare il contenuto. Riprova.