Le sfumature di Grigio per i metalli Planium

Le sfumature di Grigio per i metalli Planium
È diventata consuetudine l'attribuire a un colore da tempo un po' ignorato il valore delle sue numerose qualità.Si pensi al Grigio soprattutto per le sue tante variazioni cromatiche, poiché esso ha una trasversalità nelle tinte da fare invidia. Questa, che si ottiene mescolando Bianco e Nero, è per Planium una declinazione legata all'Acciaio, il me...
Continua a leggere

I “contrasti” di colore tra i metalli Planium per scenari classici e innovativi

Metalli Planium
Nella nostra lingua la parola "contrasto" assume spesso un connotato negativo, tanto che viene utilizzata per indicare un incidente, un dissidio tra gruppi e persone. Nella storia del colore e quindi dell'estetica non è però sempre così, anzi: è proprio l'accoppiare ciò che è dissimile, talvolta completamente antitetico, a generare una fruttuosa ar...
Continua a leggere

Villa privata in Piemonte

Villa privata in Piemonte
Sorge tra le valli piemontesi la nuova villa che vede i nostri supporti Pedestal alla base dell'elegante giardino La Val Vigezzo è una delle sette valli piemontesi che si diramano dalla Val d'Ossola e mette in comunicazione l'Italia con la Svizzera. È conosciuta come la Valle dei Pittori per la storica presenza di paesaggisti e ritrattisti. Non c'è...
Continua a leggere

L’autunnale Rame di Planium tra Architettura e Design

Rame di Planium
Planium tratta il Rame, metallo storico per eccellenza, nelle tre versioni: spazzolato - che è, da un punto di vista cromatico, quello più cangiante e luminoso - satinato o tela (quando la satinatura è doppia e ortogonale), la colorazione varia leggermente e a livello estetico il materiale guadagna per raffinatezza, tanto che il consiglio di adoper...
Continua a leggere

Nuova Griglia di Sicurezza

Eterno Ivica
Eterno Ivica ha studiato e progettato la nuova Griglia di Sicurezza, un accessorio che permettere di creare un sottopavimento sul quale posare direttamente svariate tipologie di pavimentazioni come gres porcellanato, marmo e pietra in totale sicurezza. La posa è semplice e veloce con l'utilizzo dei supporti regolabili in altezza (PRIME®, SE, NM, SB...
Continua a leggere

I migliori pavimenti per uffici Petral

Pavimenti per uffici Petral
46.000 mq di pavimenti sopraelevati per uffici, installati presso il Supreme Education Council di Doha (Qatar), 32.000 mq per la torre BBVA a Buenos Aires (Argentina), 13.000 mq per la nuova sede del quartier generale di Hankook a Seul (Corea del Sud) e 8.500 mq per il World Trade Center di Montevideo (Uruguay). Queste sono soltanto alcune tra le m...
Continua a leggere

Rischio di scivolare in piscina: come risolvere il problema con l’antiscivolo Tekno Touch

Antiscivolo Tekno Touch
Nel periodo estivo piscine e parchi acquatici sono tra i luoghi prescelti da famiglie e gruppi per sfuggire al caldo estivo. All'interno di queste attività progettate per assicurare il massimo grado di divertimento a grandi e piccini sono presenti anche pericoli che, se trascurati, possono arrecare danni considerevoli.Il bordo piscina o altre zone ...
Continua a leggere

Modulo Radiante, gestire il calore con l’innovazione tecnologica

Modulo radiante Planium
Funzionalismo, distribuzione del calore, posa rapida a seccoL'estetica di Modulo Radiante ha in sé il senso del funzionalismo dell'impianto stesso. Ovvero la razionalizzazione degli spazi e dei tempi per l'installazione contiene uno dei parametri e dei punti di forza di MR01. Questo sopraelevato ha però la sua peculiarità nella questione della dist...
Continua a leggere

Hankook Headquarters in Korea sceglie Petral

Petral
13.000 m2 di pavimenti sopraelevati installati negli uffici del nuovo quartier generale della multinazionale sudcoreana. Nelle aree riservate agli uffici del nuovo quartier generale di Hankook a Pangyo (Seul, Korea del Sud), PETRAL, leader nella produzione di pavimenti sopraelevati di altissima qualità, ha installato 13.000 mq di pavimenti tecnici....
Continua a leggere

Planium... La preziosità è nei dettagli

Rivestimenti ossidati Planium
Gli inserti sono piccole preziosità, collocate là dove si desidera richiamare l'attenzione. Quando si ha l'impressione che una superficie sia troppo uniforme e "tutta uguale" la risposta è immediata con i sistemi Planium. Spezzare la monotonia di colori e materiali omogenei, risulta fattibile grazie all'ampia scelta di finiture a catalogo. Gli Acci...
Continua a leggere

Praticità ed eleganza: il pavimento sopraelevato PETRAL

Petral
La soluzione innovativa per ristrutturare uffici, punti vendita e luoghi pubblici La pavimentazione di un'area di lavoro non dovrebbe seguire soltanto l'estetica, quanto piuttosto la praticità.I pavimenti di uffici, negozi e luoghi pubblici vanno spesso incontro ad usura e problematiche tecniche in maniera decisamente più significativa rispetto a...
Continua a leggere

Acciaio, eleganza e freddezza di un metallo

Acciaio, eleganza e freddezza di un metallo

Diverse lavorazioni dell’Acciaio per Planium

Lega di ferro e carbonio, l’acciaio viene comunemente detto inossidabile o inox quando è ad alto tenore di cromo - in quantità tra l’11% e il 30% - elemento che subisce un fenomeno detto passivazione. Ha una densità molto vicina a quella del ferro. Sono circa 700 milioni le tonnellate di acciaio che vengono prodotte ogni anno, dovute al fatto che tale metallo trova facilmente applicazione in tutti i campi.

Planium lo propone per texture come finiture; i processi utilizzati sono quelli di spazzolatura e di satinatura (anche nella versione “tela di acciaio”, con doppia satinatura ortogonale), come per gli altri metalli, ma anche con lavorazioni ulteriori: una è la goffratura, l’altra l’ossidazione elettrolitica che porta al Cemento inossidabile (il nome è legato alla voluta somiglianza estetica col materiale, ma è sempre un acciaio).

L’Acciaio per AP01 Lay
L’acciaio è uno dei metalli più utilizzati da Planium per pavimenti e rivestimenti; il suo comfort acustico e igienico lo rendono massimamente idoneo ad AP01 Lay, il pavimento autoposante con il sistema di posa più veloce, garantito con il solo appoggio a terra e munito di sottofondo in sughero fonoassorbente atto a ridurre l’inquinamento acustico causato dal calpestio. Per questo il carattere “freddo” dell’Acciaio lo rende idoneo a questo rapidissimo sistema di Posa, il più veloce in assoluto tra quelli utilizzati da Planium.

Continua a leggere

Esplorando le texture con Planium: quando le superfici diventano arte

Esplorando le texture con Planium: quando le superfici diventano arte

Planium indaga i metalli e le loro potenzialità: con l’idea costante di stupire e rinnovare nascono finiture dalle texture invidiabili:

- Calamina, un ossido dell’Acciaio dai colori sfumati e freddi;
- Cemento Inossidabile, una specialità di Planium dall’effetto cromatico, ovvero un certo “pattern” che si ripete mostrando una scala di grigi con lucentezza invidiabile, ottenuto poi attraverso processi di elettrolisi.
- Acciaio inossidabile classico, oppure Acciaio Ossidato dai toni bruni e fili d’argento nelle versioni spazzolato, satinato e tela: questo metallo si ottiene attraverso dei processi di elettrolisi effettuati sulla superficie degli acciai inossidabili;
- Rame dalle note rosse, il metallo classico per eccellenza, grande conduttore; oppure Ottone e Bronzo dai riflessi dorati, le sue due leghe storiche che ne mantengono i caratteri

Proponiamo sistemi meccanici, one-click, magnetici oppure a semplice appoggio. Se è necessaria un’installazione di tipo tradizionale, però, le nostre lastre si incollano a pavimento o a parete; ogni lastra è personalizzabile, resa unica dai processi e dalla tecnologia che Planium sa sempre aggiungere ai suoi prodotti a catalogo. Serigrafie, incisioni laser, progetti speciali: realizziamo in co-design disegni specifici e particolari trattamenti superficiali. Per una posa rapida e a secco secondo i Sistemi tecnologici progettati da Planium – e tra le più veloci da adottare – è quella magnetica di MG01 che si avvale del principio per il quale l’anima metallica contenuta nelle texture si lega magneticamente al sottile sottofondo di cui il Sistema è munito.

Continua a leggere

Esplorando le texture con Planium: quando le superfici diventano arte

Esplorando le texture con Planium: quando le superfici diventano arte

Planium indaga i metalli e le loro potenzialità. Con l’idea costante di stupire e rinnovare nascono finiture dalle texture incredibili:
- Calamina, la cui originalità risiede nella fioritura di sfumature dal grigio antracite, al petrolio, al grigio chiaro verso l’azzurro, dal carta da zucchero fino all’azzurro chiaro;
- Cemento Inossidabile, che non è né gres, né microcemento, bensì un metallo che inganna l’occhio con i suoi accenti imprevedibili;
- Acciaio inossidabile algido e luminoso oppure Acciaio Ossidato dai toni bruni e fili d’argento nelle versioni spazzolato, satinato e tela, che rappresenta la vera avanguardia nell’ultima stagione del design.
- Rame dalle note rosse oppure Ottone e Bronzo dai riflessi dorati.

Si possono abbinare con fantasia finiture e materiali diversi, creando accostamenti di pura originalità.
Niente è come sembra e tutto è mutevole, grazie, inoltre, alla totale reversibilità alle diverse opzioni di posa.

Proponiamo sistemi meccanici, one-click, magnetici oppure a semplice appoggio. Se è necessaria un’ installazione di tipo tradizionale, però, le nostre lastre si incollano a pavimento o a parete.
Se non dovesse essere sufficiente, ogni lastra è personalizzabile, resa unica dai processi e dalla tecnologia che Planium sa sempre aggiungere ai suoi prodotti a catalogo.

Continua a leggere

Modulo Radiante, il sopraelevato con impianto radiante idronico

Modulo Radiante, il sopraelevato con impianto radiante idronico

Tra le innovazioni sperimentate da Planium negli ultimi anni vi è un progetto che fa storia a sé, molto sofisticato nella progettazione, imperniato sul tema della regolazione climatica degli interni. È MR01 Modulo Radiante, il fiore all’occhiello del palinsesto tecnologico di Planium, all’insegna della sperimentazione e della funzionalità. L’azienda riserva altresì a questo progetto anche la questione di Sostenibilità ambientale, in conformità con l’obiettivo di aprire il mercato ai sistemi di Posa a secco.

Il sistema adotta la modularità: infatti è un sopraelevato a moduli componibili che può essere adottato e applicato sia su massetto che su una superficie preesistente: non c’è quindi necessità di smantellare la pavimentazione precedente.

Installabile in qualsiasi contesto edilizio, MR01 Modulo Radiante è un sopraelevato con impianto radiante idronico caldo/freddo integrato nei moduli, la cui funzione di sopraelevazione consente l’ispezionabilità dell’intercapedine sottostante. La possibilità di ispezione sottostante è un dettaglio importante.In questo progetto, la distribuzione del calore risulta omogenea. Si tratta di un sistema a pavimento che già racchiude in sé il principio di utilizzo razionale delle fonti energetiche e il raggiungimento dell’alta prestazione tecnica.
La sua natura modulare si combina alla scelta del cliente di poter optare per una finitura tra quelle proposte nella gamma del catalogo Planium e alternative all’Acciaio Zincato che viene fornito di: Acciaio Inox, Acciaio Ossidato, Calamina, Rame e le sue leghe, Bronzo e Ottone.

Continua a leggere

Pavimenti esterni per la casa al mare

Pavimenti esterni per la casa al mare

I pavimenti per esterni per la casa al mare devono essere scelti con grande attenzione perché oltre che belli esteticamente devono assicurare ottima resistenza a sabbia e sale ed essere facili da pulire.

Quali materiali scegliere per i pavimenti esterni della casa al mare?

  • gres porcellanato;
  • cotto;
  • parquet per esterni o decking

Nonostante gres porcellanato e cotto siano materiali molto diffusi nella scelta della pavimentazione esterna per abitazioni al mare perchè resistenti e di facile manutenzione, decidere di orientarsi su pavimenti tipo decking regala sicuramente un grande senso di eleganza e accoglienza incluse  ottime prestazioni prestazioni tecniche date dagli ultimi materiali innovativi usciti sul mercato.
Decking DURO 2.0 e Etherno Bamboo

Decking DURO 2.0 e Etherno Bamboo sono le innovative pavimentazioni effetto legno anti macchia e di facile pulizia, ma soprattutto facili da montare e smontare grazie alla clip iFly. Decking DURO 2.0 è composto da una composizione di buccia del chicco di riso che favorisce ottime performance in zone umide e piovose, e bamboo e polimeri HDPE che aumentano la stabilità della messa a terra delle doghe.

Etherno Bamboo è la pavimentazione per esterni in 100% bamboo carbonized, in combinazione con i sistemi iDecking EasyClick e EasyChange e le sue caratteristiche principali sono quelle di avere ottima resistenza a fuoco e agenti atmosferici, oltre che essere assolutamente inattaccabile da tarli e insetti e i danni da loro provocati. Vediamo nello specifico le caratteristiche dei materiali sopra citati e le peculiarità dei sistemi di montaggio che abbassano drasticamente il bisogno di manutenzione, elemento importantissimo se si parla di un pavimento per una casa al mare:
Decking composito DURO 2.0

Il decking DURO 2.0 è un pavimento per esterno composito ottenuto per estrusione e composto dai seguenti materiali:   

  • LOLLA: ovvero, la buccia del chicco del riso! Materiale che ne garantisce le performance migliori negli ambienti più umidi: lago, mare, pioggia.
  • Bamboo: polvere di bambù! Questa la prima novità che si aggiunge alla lolla del riso per aumentare la stabilità delle doghe di pavimento.
  • Polimeri HDPE: per la parte plastica, che insieme ai due ingredienti naturali compone un pavimento molto più stabile del predecessore.


Antimacchia e Color performance: La novità eclatante, oltre alla composizione del DURO 2.0, sta nella capsula che lo avvolge in superficie! Un vero e proprio ritrovato in termini di tecnologia per garantire due dei fatturi più importanti per un pavimento da esterno, ovvero: Scolorimento e Pulizia! Grazie a questa capsula il DURO 2.0 è garantito anti macchia (in quanto il film non permette assorbimento) ed estremamente facile da pulire! La capsula protegge il pavimento dai raggi UV garantendo una stabilità del colore scelto per molte stagioni senza subire drastiche variazioni di colore!
Superficie Pavimento Composito DURO 2.0

Il Duro 2.0 migliora anche nella superficie che risulta davvero il fiore all’occhiello di questo nuovo materiale per pavimenti da esterno. L’effetto è quello del legno, con tutte le sue sfumature cromatiche nel colore e non solo! Infatti la superficie è lavorata in modo tale da riprodurre l’effetto del legno spazzolato. Disponibile in 5 colori: Teak - Burma - Denim - Helmut - Terra.
Sistemi di installazione DURO 2.0

Il decking DURO 2.0 è ovviamente compatibile con tutto il range dei sistemi di installazione iDecking, ovvero: EasyClick - EasyChange e la nuovissima clip iFly.

Grazie alla tecnologia iDecking, il pavimento per esterni DURO 2.0 si monta senza viti! E non solo… ogni doga, per chi sceglie clip iFly o il sistema EasyChange diventa totalmente intercambiabile / smontabile in qualsiasi parte della pavimentazione senza dover smontare/rimuovere il pavimento!
Decking Bamboo Etherno

Un nuovo prodotto sviluppato dal team iDecking Revolution dalle qualità a dir poco straordinarie: ETHERNO BAMBOO. Partiamo dalla materia prima, ovvero il Bamboo... Molti si chiederanno, come è possibile fare un pavimento in Bamboo??? In effetti, la canna di bamboo al centro è vuota e prima di diventare ETHERNO

Bamboo Decking deve passare attraverso una serie di steps che prevedono: il taglio delle canne, il trattamento, il ricompattamento ed il taglio a doghe. Per fare questo viene utilizzata la qualità di Bamboo dal fusto più grande, ovvero il così detto MOSO ( Phyllostachys Edulis Moso).

Per i più attenti del Panorama Ecologico Green e EcoFriendly dei prodotti c’è da dire che il Bamboo è classificato come erba ed è tra le risorse più abbondanti del pianeta. Materiale dunque con importanti certificazioni ambientali.

Ma cosa lo rende così speciale come pavimento per hotel e ristoranti?

Un segreto processo di “carbonizzazione” brevettato gli conferisce delle qualità in termini di durezza, stabilità e design INCREDIBILI. Ci troviamo davanti all’unico pavimento al mondo, 100% naturale, quasi indistinguibile dal legno, che non si muove neanche di un millimetro!!! Quest’ultimo punto è fondamentale, in quanto chi ha avuto già a che fare con pavimenti decking sia in legno che in composito ha sicuramente dovuto faticare per controllarne la stabilità rispetto ai sbalzi di temperatura.

Altro particolare da non sottovalutare è che la sua superficie non scheggia, consentendo il calpestio a piedi nudi in tutta tranquillità! ETHERNO BAMBOO Decking è la soluzione IDEALE per i posti ad alto calpestio come Bar, Ristoranti, Terrazze.

Ma c’è qualcosa di ancor più particolare che rende questo straordinario pavimento UNICO sul mercato: i sistemi di installazione EasyClick ed EasyChange, brevetti internazionali di iDecking Revolution.

Scopri di più sui prodotti iDecking su EdilBIM

Cedimenti nelle pavimentazioni industriali

Cedimenti nelle pavimentazioni industriali

Le pavimentazioni rigide sono generalmente di calcestruzzo per marciapiedi, cantinati, autorimesse, piazzali, opifici artigianali, magazzini, stabilimenti industriali, banchine portuali poggianti direttamente su sottofondo e/o su terreno. Si distinguono in pavimentazioni industriali, dunque realizzate in calcestruzzo, costituite generalmente da una piastra normalmente rifinita in superficie da uno strato antiusura, oppure in pavimenti di calcestruzzo sommariamente definite in termini di spessore senza che siano preventivamente definite la destinazione d’uso operativa dunque meglio denominate pavimentazioni a composizione richiesta. Infine le pavimentazioni in calcestruzzo cosiddette a prestazione per le quali siano state definiti i principali parametri di progettazione della piastra, portanza e composizione dello strato di supporto, tipo di armatura, dimensione dell’aggregato etc.

Per ognuna di queste pavimentazioni rigide si dovrà poi considerare il normale deterioramento nel tempo in condizioni di ordinario esercizio, laddove i problemi riguarderanno principalmente la planarità delle pavimentazioni e/o la regolarità del piano soprattutto in luogo dei giunti che talvolta perdono la loro funzione a causa delle eccessive sollecitazioni statiche e dinamiche.

Non meno si dovrà preventivamente considerare la necessità di un piano di manutenzione della pavimentazione nel post messa in esercizio, che consideri sperabilmente la minor invasività sull’opera quand’anche sarà evidente la sua importanza intrinseca a supporto del ciclo produttivo generale.

Molte aziende infatti necessitano di dover intervenire per risolvere cedimenti differenziali verticali di pavimentazioni industriali con l’obiettivo prioritario di arrecare il minor disagio per le proprie linee produttive/magazzini e dunque possibilmente senza nemmeno interrompere/smobilitare oppure soltanto per brevissimi periodi le linee industriali.

Dalla sicurezza ed efficienza delle linee produttive si passa poi alla sicurezza dei lavoratori laddove ben sappiamo che pavimentazioni deteriorate, danneggiate, con presenza di inciampi e scalini per persone e mezzi di lavoro possono arrecare anche gravi danni agli operatori di turno.

Continua a leggere