Pubblica Amministrazione, concorso 2.800 assunzioni al Sud

Concorso Pubblica Amministrazione
Pubblicato il bando, Candidature entro il 21 aprile sulla piattaforma digitale "Step One 2019" Valutazione dei titoli, prova scritta online e conclusione entro luglio.È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando di concorso per l'assunzione a tempo determinato di 2.800 tecnici di Area III - F1 o categorie equiparate da inserire nelle pubbliche...
Continua a leggere

Pochi concorsi pubblici e investimenti per le infrastrutture

Concorsi pubblici
"L'Italia è il Paese più lento d'Europa nella realizzazione delle opere pubbliche."Questo è quanto dichiarato dal presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI), Armando Zambrano, durante il convegno online "Grandi opere e infrastrutture per il rilancio del Paese", organizzato dal CNI, con l'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Venez...
Continua a leggere

Agenzia del Demanio, aperti due bandi per verifica sismica e rilievi in BIM

Agenzia del Demanio, aperti due bandi per verifica sismica e rilievi in BIM

L'Agenzia del Demanio ha pubblicato due bandi, con scadenza a dicembre, relativi a lavori di verifica sismica e rilievo in metodologia BIM per la Galleria Alberto Sordi a Roma e per l'ex caserma Cesare Battisti a Nola, Napoli.

Per la Galleria Alberto Sordi, situato in Largo Chigi 19 a Roma, il bando prevede l'affidamento, tramite procedura aperta, delle operazioni di verifica della vulnerabilità sismica, del rilievo geometrico, architettonico, tecnologico e impiantistico, e la restituzione grafica in modalità BIM.
L'importo complessivo del bando è di 417.633,00 euro , di cui 8.269,97 euro per i costi della manodopera e 4.134,98 euro per gli oneri della sicurezza. Per la  selezione dell’operatore economico cui  affidare  il servizio, si adotteranno i requisiti di ammissione individuati dal Responsabile del Procedimento che risultano congrui e proporzionati a fronte dello scopo perseguito dall’Agenzia. Questi requisiti consentiranno di ampliare quanto più possibile la  platea  dei  potenziali  concorrenti, garantendo al contempo che il soggetto affidatario abbia comunque la solidità organizzativa e l’idonea esperienza pregressa per il corretto espletamento del servizio.
Sarà possibile presentare le offerte fino al 14 dicembre 2020 alle ore 12:00.

Per la ex Caserma Cesare Battisti, situata in Piazza d'Armi a Nola (NA), il bando prevede l'affidamento, tramite procedura aperta, delle operazioni di verifica della vulnerabilità sismica, del rilievo geometrico, architettonico, tecnologico e impiantistico, e la restituzione grafica in modalità BIM. Inoltre è prevista anche un indagine ambientale da eseguirsi presso l'immobile NAD0318.
L'importo complessivo del bando è di 264.475,39 euro , di cui 1.840,79 euro per gli oneri della sicurezza. Si procederà all'aggiudicazione della gara con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità prezzo e si adotteranno criteri di valutazione delle offerte, di attribuzione dei punteggi e metodi di calcolo dei coefficienti qualitativi delle offerte, che garantiscano il concreto soddisfacimento delle finalità sottese alla gara.
Sarà possibile presentare le offerte fino al 29 dicembre 2020 alle ore 12:00.

 

A cura di Ing. Alessia Salomone - Edilsocialnetwork

Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare, assegnati 853,81 milioni di euro

Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare, assegnati 853,81 milioni di euro

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il Decreto che assegna fondi pari ad 853,81 milioni di euro per la riqualificazione urbana di Regioni, Città  Metropolitane e grandi Comuni.

Questi potranno dunque presentare, entro marzo 2021, progetti per riqualificare ed incrementare il patrimonio residenziale, rigenerare il tessuto socio-economico, incrementare la sicurezza urbana e rifunzionalizzare gli spazi e gli immobili pubblici. Tutte queste attività hanno lo scopo di migliorare l'aggregazione sociale e la qualità della vita dei cittadini.
A tale bando posso dunque partecipare Regioni, Città Metropolitane, Comuni capoluogo di provincia, la Città di Aosta e i Comuni con più di 60.000 abitanti. Sono escluse dal bando la Regione Trentino Alto Adige e le province autonome di Trento e Bolzano, con i relativi Comuni.
Per ogni proposta ammessa al programma è riconosciuto un contributo massimo di 15 milioni euro e per ogni soggetto proponente è posto un numero di proposte presentabili pari a 3.

Il bando finanzia dunque:
• interventi di rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici non utilizzati, dismessi e degradati, anche destinati a usi temporanei;
• interventi per incrementare l'accessibilità e la sicurezza degli edifici che degli spazi, le dotazioni territoriale e i servizi di prossimità;
• interventi di riqualificazione di quartieri di edilizia residenziale pubblica, incrementando gli alloggi di edilizia residenziale sociale, compresi la realizzazione e l’acquisto di alloggi da utilizzare a rotazione per le assegnazioni temporanee;
• interventi di completamento dei lavori su immobili già in passato soggetti a finanziamento pubblico;
• interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, ristrutturazione urbanistica;
• interventi di nuova costruzione, che possono essere ammessi a finanziamento solo in maniera residuale e per specifiche operazioni di densificazione;
• interventi di auto-recupero;
• interventi coerenti con quelli del Programma integrato di edilizia residenziale sociale;
• interventi di edilizia residenziale sociale nei territori danneggiati dai sismi 2016-2017.

Sono finanziate anche le spese tecniche relative alle fasi di progettazione, di verifica, validazione, direzione dei lavori, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, collaudo, relative alla realizzazione dell’intervento oggetto della proposta e previste nel quadro economico; e le spese relative agli imprevisti per un massimo del 10 % del costo totale dei lavori.

 

A cura di Ing. Alessia Salomone - Edilsocialnetwork

Ministra Dadone: la Pubblica Amministrazione ha bisogno di tecnici

Ministra Dadone: la Pubblica Amministrazione ha bisogno di tecnici

In audizione sul Recovery Fund, la ministra Dadone ha proposto, come obiettivo per la Pubblica Amministrazione, la sua reingegnerizzazione e di renderla più efficiente investendo sul capitale umano, soprattutto con l’assunzione di tecnici, e sulla digitalizzazione.

Per fare ciò la ministra afferma che è necessario attuare un maxi-piano di assunzioni per far fronte alle uscite dovute al pensionamento con Quota 100, prediligendo ingegneri, geologi, architetti, oltre ai giuristi.
Servono, inoltre, secondo Dadone, anche figure con competenze tecniche per la gestione finanziaria dei fondi comunitari che vadano oltre le semplici competenze amministrative.
Una delle strategie per investire sulle competenze e sul capitale umano della Pubblica Amministrazione, è la cooperazione con le Università. Questa collaborazione ha l'obiettivo di orientare gli studenti universitari meritevoli alla scelta consapevole di una carriera nel pubblico impiego.
Secondo Dadone, attraverso le Università la Pubblica Amministrazione deve diventare un'attrattiva per i giovani. Ad oggi, invece, poco più del 2% dei dipendenti pubblici ha meno di 34 anni.
La ministra afferma che questo piano di nuove assunzioni potrebbe costare all'incirca 3 miliardi di euro in 5 anni, ma una volta a regime consentirebbe la velocizzazione di tutti i procedimenti.
Durante il lockdown in questi mesi di emergenza Covid-19 è emersa l'importanza del decentramento e del lavoro agile tramite smart working. Infatti,per la Dadone è proprio su questo che deve puntare la Pubblica Amministrazione per il suo efficientamento. È necessario dunque creare dei poli decentrati, da utilizzare sia per lo svolgimento delle procedure concorsuali sia come spazi di coworking e formazione per i dipendenti pubblici. Per queste strutture inoltre, si potranno utilizzare immobili confiscati alla criminalità o edifici dismessi o abbandonati da riqualificare.
Per facilitare lo smartworking i dipendenti potrebbero essere dotati di computer portatili e le attività progettate in modo funzionale, con dati e documenti digitali, videoconferenze e assistenti virtuali. In questo modo cambierebbero le modalità di lavoro diventando più flessibile. Ciò sarebbe possibile con un investimento di circa 4 miliardi di euro in 5 anni.

 

A cura di Ing. Alessia Salomone - Edilsocialnetwork

L’agenzia del Demanio apre il bando per la progettazione BIM dell’archivio del Mef nell’ex caserma Cerimant a Roma

L’agenzia del Demanio apre il bando per la progettazione BIM dell’archivio del Mef nell’ex caserma Cerimant a Roma

L’Agenzia del Demanio, in data 06 luglio 2020, ha pubblicato la gara, ai sensi dell’art. 60 del d.lgs 50/2016, con procedura aperta, per la realizzazione dell’edificio destinato a ospitare un archivio del ministero dell’Economia e delle Finanze nell’area della ex caserma Cerimant, nel quartiere Tor Sapienza a Roma. L’importo del servizio ammonta a poco più di 700mila euro, mentre il costo dei lavori stimato per la realizzazione è di circa 11,4 milioni di euro, inclusi i costi della sicurezza.
Sul lotto di 28mila mq verrà realizzato il nuovo edificio per una superficie di 13mila mq. La principale prestazione richiesta è una progettazione definitiva ed esecutiva in BIM, categorie Edilizia E16, Strutture S03, Impianti IA01 e Impianti IA03. Tale prestazione comprende anche la verifica della documentazione esistente agli atti della stazione appaltante, le indagini, i rilievi preliminari e le attività geologiche. Altre attività previste sono il coordinamento alla sicurezza in fase di progettazione e le attività archeologiche.

I soggetti ammessi al bando in forma singola o associata, purché in possesso dei requisiti prescritti sono:
• liberi professionisti, singoli od associati nelle forme riconosciute dal vigente quadro normativo;
• società di professionisti;
• società di ingegneria;
• prestatori di servizi di ingegneria e architettura;
• raggruppamenti temporanei o consorzi ordinari costituiti da società di professionisti, di società di ingegneria, anche in forma mista;
• aggregazioni tra gli operatori economici.
Si precisa inoltre, che ai soggetti costituiti in forma associata è fatto divieto di partecipare alla gara in più di un raggruppamento o in forma individuale.

Infine, per l’espletamento dell’incarico è richiesto un team operativo, in possesso delle abilitazioni all’esercizio professionale ed iscrizione al relativo albo, così composto:
• n.1 professionista responsabile del coordinamento delle attività di progettazione e del processo BIM;
• n.1 professionista responsabile della progettazione architettonica definitiva ed esecutiva da eseguire in modalità BIM;
• n.1 professionista responsabile della progettazione strutturale definitiva ed esecutiva da eseguire in modalità BIM;
• n.1 professionista responsabile della progettazione impiantistica definitiva ed esecutiva da eseguire in modalità BIM;
• n.1 professionista con qualifica di geologo responsabile delle attività, delle indagini e prove geologiche nonché della relazione geologica;
• n.1 professionista coordinatore della sicurezza in fase di progettazione;
• n.1 professionista archeologo responsabile della verifica preventiva dell’interesse archeologico e della relazione archeologica nonché della supervisione delle fasi lavorative di scarico;
• n.1 giovane professionista nel caso di raggruppamento temporaneo di professionisti.


Le iscrizioni per partecipare al bando verranno chiuse il 21 agosto prossimo.

Continua a leggere

Innovazione: ENEA 21 progetti di sviluppo per 1 milione di euro in partnership con imprese

Innovazione: ENEA 21 progetti di sviluppo per 1 milione di euro in partnership con imprese

Vaccini genetici, soluzioni avanzate per l’edilizia green e l’efficienza energetica, sensoristica hi-tech e anche un motore a idrogeno per barche: sono alcuni dei 21 progetti approvati dall’ENEA per sviluppare tecnologie innovative, che potranno accedere ai finanziamenti disponibili sul Fondo di investimenti interno del cosiddetto Proof of Concept.  Nell’insieme i progetti potranno disporre di 1 milione di euro, con un raddoppio rispetto ai 500 mila euro dello scorso anno, quando ne furono finanziati 16.

I progetti sono sviluppati in collaborazione con una o più imprese e vengono selezionati,  a seguito di una manifestazione di interesse, da un’apposita commissione costituita da esperti ENEA e di IBAN, l’Associazione Italiana dei Business Angels. Il fondo di investimento ENEA è stato costituito nel 2018 e, ad oggi, ha contribuito a finanziare 37 progetti con circa 1,67 milioni di euro, a fronte degli oltre 170 presentati.

“Il Fondo nasce per supportare lo sviluppo di tecnologie innovative ENEA, in partnership con imprese interessate a condividere il rischio dell’investimento; noi non eroghiamo finanziamenti alle aziende, ma investiamo in specifici progetti per avvicinare al mercato nostre tecnologie, in partnership con imprese che hanno manifestato l’interesse a svilupparle insieme a noi”, sottolinea il Presidente ENEA Federico Testa.

Nel dettaglio, il progetto sui vaccini genetici prevede la realizzazione di una piattaforma contro agenti infettivi, potenziati da sequenze di DNA vegetale sulla base di un brevetto sviluppato da ENEA con IFO/IRE (Istituti Fisioterapici Ospitalieri/Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma) da sviluppare con Takis srl, azienda biotech italiana specializzata nel settore dei vaccini genetici all’interno del Tecnopolo di Roma. ENEA investirà 50mila euro e l’approccio seguito potrebbe essere utilizzato in futuro per rispondere rapidamente a possibili epidemie causate da patogeni virali, anche sconosciuti.

Un altro progetto riguarda un sistema low cost per il monitoraggio e il controllo del processo di compostaggio a livello domestico. Si chiama ‘Compostino’, è sviluppato nel centro di ricerche ENEA della Casaccia e si avvale di un network di sensori di controllo e monitoraggio dei parametri del compost, di un sistema di sonde costruite con stampanti 3D e di una rete di trasmissione wireless dei dati. Tramite i sensori, Compostino acquisisce dati quali temperatura, emissioni (CO2 e ammoniaca), ma anche umidità e PH del compost e li trasmette via bluetooth a un database remoto. Il progetto prevede una partnership con Acea, la multiutility  romana che sempre in questo settore ha già all’attivo ‘SmartComp’,  un’iniziativa in partnership con ENEA e Università della Tuscia, per lo sviluppo del compostaggio diffuso presso le grandi utenze (centri commerciali, mense, aeroporti e stazioni) che hanno necessità di gestire grandi quantità di rifiuti organici.

Il Fondo ENEA per il Proof of Concept è uno dei tre ‘pilastri’ della Knowledge Exchange Strategy, la strategia lanciata da ENEA nel Piano Triennale 2018-2020 per rafforzare il trasferimento tecnologico alle imprese. Gli altri due pilastri sono gli accordi con i Fondi di venture capital, come quello firmato recentemente con MITO Technology, e il Knowledge Exchange Program (KEP), realizzato in collaborazione con le associazioni di categoria CNA, Confapi, Confartigianato, Confindustria e Unioncamere.

Il KEP dà alle aziende la possibilità di iscriversi gratuitamente al portale kep.enea.it che raccoglie tecnologie, competenze e infrastrutture ENEA suddivise per specifiche aree tematiche: energia, beni culturali, diagnostica avanzata, strumenti medicali, biotecnologie e agroindustria e sicurezza delle infrastrutture critiche.

Le imprese che aderiscono al programma vengono contattate da un Knowledge Exchange Officer (KEO), un ricercatore ENEA esperto in trasferimento tecnologico, in grado di individuare soluzioni innovative ‘su misura’ per l’impresa che ha aderito, ed organizzare visite ai laboratori e incontri diretti con i ricercatori dell’Agenzia con competenze specialistiche. In cinque mesi hanno aderito al programma – che segue il modello di esperienze di successo come l’Industrial Liaison Program del MIT di Boston – circa 100 imprese, prevalentemente per i settori energia e diagnostiche avanzate, e sono in via di perfezionamento le prime partnership per lo sviluppo di progetti.

Torna il Concorso Artistico Missione Colore 2019

Torna il Concorso Artistico Missione Colore 2019

Viste le fortunate edizioni degli scorsi anni, anche quest’anno in occasione del FEL, che si svolgerà a Bari dal 24 al 26 ottobre, viene promosso il concorso rivolto ad artisti e ad artigiani della decorazione e dedicato al Sud Italia e ai suoi colori.

Dopo le esperienze di MISSIONE COLORE del 2015, 2016 e 2018, il cui carattere umanitario ha arricchito e ulteriormente motivato l’evento artistico, FEL bandisce anche per l’edizione del 2019 un concorso volto alla promozione e valorizzazione dell’arte decorativa e alla raccolta fondi per scopi umanitari in Africa.

IL TEMA DEL CONCORSO MISSIONE COLORE 2019

Dal momento che FEL 2019 si svolgerà nel Mezzogiorno, il tema del Concorso Artistico Missione Colore sarà un omaggio ai colori del Sud Italia: paesaggi, orizzonti, profumi, texture, luoghi, monumenti, sensazioni e tutto ciò che evoca questa fetta di Paese straordinario.

Estratto dal Regolamento

  • Il concorso nazionale MISSIONE COLORE “I Colori del Sud Italia” è destinato agli artigiani artisti decoratori.
  • L’iscrizione è gratuita con termine il 30 settembre 2019.
  • Il tema dell’opera presentata deve essere ispirato ai colori del Mezzogiorno, e può essere rappresentato in tutte le sue sfumature.
  • L’opera può essere bidimensionale o tridimensionale (max 150x100 cm), deve essere decorata a mano, con prodotti materici o pittorici, utilizzando una o più tecniche dell’arte della decorazione e di dimensioni tali a renderla trasportabile.
  • La giuria è composta  dalla Direzione Artistica di FEL srl e da rappresentanti delle Associazioni di categoria e degli sponsor partner del progetto.
  • Le opere selezionate saranno esposte a FEL 2019 a Bari dal 24 al 26 ottobre.
  • Il vincitore del concorso sarà inserito nello Speciale Colore a fine manifestazione.
  • Le opere esposte saranno donate a FEL srl che organizzerà un’asta benefica i cui proventi saranno destinati al sostegno dei progetti umanitari a favore dell’Associazione Nuova Famiglia Onlus e Flea Onlus.

Clicca e partecipa al concorso

Concorso 120 posti per Architetti e Ingegneri - Agenzia delle Entrate

Concorso 120 posti per Architetti e Ingegneri - Agenzia delle Entrate

Bando di concorso dell'Agenzia dell'Entrate per assumere a tempo indeterminato 120 persone per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario tecnico.

I funzionari selezionati saranno destinati agli uffici dell’Agenzia delle Entrate per le attività relative ai servizi catastali, cartografici, estimativi e dell’osservatorio del mercato immobiliare. Bisogna inviare le domande di partecipazione al bando di selezione entro le 23:59 del 17 maggio 2018.
Sono ammessi 120 tra ingegneri e architetti e i concorsi sono due: uno per 2 posti in Valle d’Aosta, l’altro per 118 posti nelle altre Regioni.

Alla procedura può partecipare chi è in possesso dei seguenti requisiti:

1) diploma di laurea (DL) in ingegneria o architettura o diplomi di laurea equipollenti per legge, oppure laurea specialistica (LS) o laurea magistrale (LM) equiparate, conseguiti presso un’università o un altro istituto universitario statale o legalmente riconosciuto.
– oppure titolo di studio conseguito all’estero o di titolo estero conseguito in Italia, riconosciuto equipollente a una delle lauree sopra indicate per la partecipazione ai concorsi pubblici secondo la vigente normativa;
– oppure possono partecipare quelli per i quali la procedura per il riconoscimento della suddetta laurea equipollente sia in corso, purché dimostrino di aver presentato la relativa richiesta, ai sensi delle disposizioni vigenti in materia, entro il termine ultimo di presentazione della domanda di partecipazione al presente concorso;
2) iscrizione alla sezione A dell’Albo di ingegnere o di architetto;
3) cittadinanza italiana;
4) posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari;
5) godimento dei diritti politici e civili;
6) idoneità fisica all’impiego.

Prove selettive

La procedura di selezione prevede una prova oggettiva attitudinale, una prova oggettiva tecnico-professionale e un tirocinio teorico-pratico integrato da una prova finale orale.

Dove sono i posti disponibili?

Il numero dei posti è così ripartito tra le Regioni italiane e le Direzioni Centrali Servizi:
– Abruzzo, n. 5 posti;
– Basilicata, n. 2 posti;
– Calabria, n. 4 posti;
– Campania, n. 1 posto;
– Emilia Romagna, n. 12 posti;
– Friuli Venezia Giulia, n. 4 posti;
– Lazio, n. 4 posti;
– Liguria, n. 2 posti;
– Lombardia, n. 26 posti;
– Marche, n. 3 posti;
– Molise, n. 3 posti;
– Piemonte, n. 15 posti;
– Puglia, n. 1 posto;
– Sardegna, n. 6 posti;
– Sicilia, n. 3 posti;
– Toscana, n. 8 posti;
– Trento, n. 1 posto;
– Umbria, n. 2 posti;
– Veneto, n. 12 posti;
– Direzione Centrale Servizi estimativi e Osservatorio mercato immobiliare, n. 2 posti;
– Direzione Centrale Servizi catastali, cartografici e di pubblicità immobiliare, n. 2 posti.

Concorso Agenzia delle Entrate: come fare domanda

Le domande potranno essere compilate e inviate a partire dal 17 aprile 2018 entro le ore 23:59 del 17 maggio 2018 attraverso www.2ftao.it (per la Valle d’Aosta) e www.118ft.it (per le altre Regioni).

 

Nuovo codice appalti, consultazione online ANAC: aggiornamento delle linee guida n. 4

Nuovo codice appalti, consultazione online ANAC: aggiornamento delle linee guida n. 4

Sono disponibili in consultazione gli aggiornamenti alle linee guida n. 4, di attuazione del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50 (nuovo codice appalti), recanti “Procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici”. La consultazione è disponibile online, l’invio dei contributi deve essere effettuato entro la data del 25 settembre 2017.

Come riportato ieri nel comunicato rilasciato dall’ANAC “A seguito dell’entrata in vigore del d.lgs. 56/2017 (cd. correttivo, ndr), si rende necessario procedere all’aggiornamento delle linee guida n. 4 recanti “Procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici” al fine di tener conto delle modifiche normative apportate dal citato decreto.
Ciò posto, l’Autorità ha proceduto a revisionare le linee guida nelle parti che richiedono meri adeguamenti alla nuova formulazione delle norme, non ponendo nuove questioni interpretative e/o problemi applicativi. Con riferimento, invece, agli aspetti e istituti la cui disciplina è stata affidata alle Linee guida in esame dal decreto correttivo e che, pertanto, non erano stati esaminati nell’elaborazione iniziale dell’atto, si è ritenuto opportuno illustrare agli stakeholder le possibili soluzioni operative e  invitare gli stessi a formulare osservazioni e proposte”.
I soggetti interessati potranno inviare i propri contributi utilizzando il modello appositamente predisposto entro il giorno 25 settembre 2017 alle ore 18. Le osservazioni pervenute con modalità diverse da quelle indicate non potranno essere tenute in considerazione”.

QUI DISPONIBILE IL DOCUMENTO IN CONSULTAZIONE

Fonte: La Gazzetta degli Enti Locali

I muratori più abili di fronte alla sfida dell'antisismica

I muratori più abili di fronte alla sfida dell'antisismica

20 squadre selezionate dalle gare regionali e provinciali, 9 formate da muratori esperti e 11 di giovani per un totale di 40 operai dell’edilizia gareggeranno per il titolo nazionale di muratori dell’anno il 17 ottobre prossimo a Bologna in occasione della giornata conclusiva del SAIE SMART HOUSE.

E’ l’8° edizione di EDILTROPHY, la manifestazione, nata nel 2008, promossa e  organizzata dal Formedil (Ente nazionale per la formazione e l’addestramento professionale in edilizia) in collaborazione con il Sistema Bilaterale delle Costruzioni (SBC), il SAIE (il Salone internazionale dell’edilizia) e l’Iple, la Scuola Edile di Bologna, con il patrocinio dell’Inail e del Consiglio nazionale geometri e geometri laureati, del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e la partnership di Andil, l’Associazione nazionale degli industriali dei laterizi, le cui aziende forniscono il materiale per la costruzione dei manufatti.

Alle gare regionali hanno partecipato i lavoratori di 42 province italiane, coinvolgendo 78 squadre provenienti dalle regioni Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e Veneto.

Il 17 ottobre, a partire dalle 8:30 nell’area antistante ingresso di piazza della Costituzione le squadre finaliste si contenderanno il podio grazie all’utilizzo sapiente di calce e mattoni, nel rispetto delle normative di sicurezza e della tutela della migliore tradizione italiana del lavoro edile. Nel minor tempo possibile e col l’uso delle tecniche migliori, dovranno realizzare due differenti manufatti altamente innovativi, uno dei quali dalle caratteristiche antisismiche.

Il primo manufatto riservato agli junior consiste in una panchina rotonda in laterizio faccia vista. Le migliori realizzazioni saranno donate a enti pubblici locali come iniziativa di solidarietà.

Continua a leggere

Al via la 3a edizione della Summer School ENEA sull'efficienza

Al via la 3a edizione della Summer School ENEA sull'efficienza

C'è tempo fino al prossimo 14 giugno per iscriversi alla "Summer School in Efficienza Energetica" organizzata dall’ENEA, in collaborazione con ISNOVA. Le lezioni si terranno dal 30 giugno al 10 luglio, per una durata complessiva di 80 ore, presso la "Scuola delle Energie" del Centro Ricerche Casaccia, il più grande complesso di laboratori ed impianti dell'ENEA, a nord-ovest di Roma, nei pressi del lago di Bracciano.

Giunta alla 3a edizione, l’iniziativa è aperta a giovani fino a 29 anni in possesso di laurea triennale o magistrale in Ingegneria, Economia e Architettura (o equipollenti); voto di laurea e curriculum vitae saranno i principali criteri di ammissione dei 15 partecipanti, che potranno usufruire di borse di studio a totale copertura dei costi.

"Dopo il successo delle due precedenti edizioni, la novità di quest’anno è la possibilità di partecipare, alla fine del percorso formativo, ad un periodo di stage retribuito finanziato attraverso 'Garanzia Giovani', il programma europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile (www.garanziagiovani.gov.it)", spiega il responsabile della Scuola Antonio Disi.

All’interno del percorso formativo sono previste lezioni frontali e laboratori con moduli base su aspetti normativi, progettuali, tecnologici e gestionali e moduli specialistici con approfondimenti e realizzazione di project work sull'efficienza energetica negli edifici e nell'industria.

La docenza del corso è affidata a esperti e ricercatori con una lunga esperienza nel settore dell’efficienza energetica e della formazione, affiancati da professionisti che già operano sul mercato e da rappresentanti delle aziende partner dell’iniziativa.

Continua a leggere

Parte il concorso Piazza100 - il contest dedicato alla città dell'Aquila

Parte il concorso Piazza100 - il contest dedicato alla città dell'Aquila

Al via da oggi il concorso ENEA "Piazza100 – il contest" per lanciare idee sul futuro della città dell’Aquila a partire dalla sua identità storica. Possono partecipare cittadini, scuole, professionisti e associazioni che operano nel capoluogo abruzzese. Il concorso punta ad essere un momento di rinascita per la città, proprio a partire dalla 100a piazza, quella che oggi manca e che ha dato il nome al progetto.

Il contest si articola in tre categorie: "Da dove veniamo: la memoria e l’identità", "Chi siamo: emozioni ed azioni" e "Dove andiamo: la città che vorrei". Sono ammessi al concorso immagini e video della durata massima di un minuto. Per partecipare è necessario iscriversi e caricare gli elaborati sul sito www.piazza100.it.
Oltre ai premi per categorie, il concorso prevede il "Premio Giuria Young" che verrà assegnato dagli studenti di una scuola superiore dell’Aquila e il "Premio L’Aquila in Aula", dedicato esclusivamente alle scuole. I premi in palio per ciascuna categoria vanno dai 1.000 euro per il primo classificato ai 500 euro per il secondo.

Oltre al contest, l’iniziativa prevede anche il lancio di un portale web, social network e App e di un’installazione interattiva presso il Parco Castello. Luoghi virtuali e fisici per stimolare i cittadini all’incontro e alla condivisione di idee sul futuro della città e dare così vita a modelli di sviluppo urbano capaci di rispondere alle reali esigenze della comunità.  “Piazza100” si colloca nel contesto ben più ampio di "City 2.0", un progetto finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, per il quale l’ENEA sta sviluppando tecnologie innovative per la smart city. Il programma prevede, appunto, la realizzazione di un’esperienza pilota di sviluppo urbano sostenibile all’Aquila. In pratica, uno "smart ring", un anello viario con installazioni intelligenti di illuminazione pubblica, mobilità sostenibile, gestione energetica degli edifici, monitoraggio ambientale e partecipazione attiva dei cittadini, proprio quella che “Piazza100” intende sostenere. Il lancio del contest e di tutte le iniziative collegate avverrà durante il "Salone della Ricostruzione" che si svolge all’Aquila dal 7 al 10 maggio.

"Dal Vesuvio ai Campi Flegrei....navigando tra saperi, sapori e design"

"Dal Vesuvio ai Campi Flegrei....navigando tra saperi, sapori e design"
L'Associazione Culturale "Creatività e Comunicazione" e THEsign Event, in occasione dell'evento "Come l'acqua sul fuoco…. il cibo, ponte culturale tra l'area vesuviana e l'area flegrea", in programma a maggio/giugno 2015 in un vero e proprio tour Campano che si concluderà a Castel dell'Ovo, bandisce il concorso di idee "Dal Vesuvio ai Campi Flegrei…. navigando tra saperi,sapori e design".
Il concorso si propone di diffondere e promuovere la cultura del progetto di
design e di valorizzare il territorio attraverso la progettazione di una struttura fissa o mobile, ancorata o galleggiante, per la vendita e/o promozione e/o consumo di cibo, bevande e prodotti tipici.
Il luogo di destinazione del progetto deve essere l'acqua e in particolare l'acqua del mare.
Il concorso è aperto a designer professionisti italiani o stranieri (food, product, graphic, interior, light…).
La giuria proclamerà i vincitori nella serata del 30 maggio presso Castel dell'Ovo, a seguito del convegno e dell'inaugurazione della mostra prevista durante l'evento. A tutti i partecipanti sarà garantita la visibilità mediatica sui siti del concorso; inoltre, i progetti concorsuali saranno esposti nella sala Le Carceri di Castel dell'Ovo durante la mostra di design che si terrà dal 30 maggio al 7 giugno 2015.

Live outside the box

Live outside the box
Live Outside The Box
Prorogata la data di consegna al 30 marzo 2015

Tema di concorso
Design puro e prestazioni rendono Imago un serramento unico. Da oggi il progettista può scegliere il nuovo alzante scorrevole in legno che permette di ottenere una grande vetrata incorniciata da un telaio dalla forma così essenziale da apparire quasi invisibile. Imago rende liberi, rompe il confine tra ambiente interno ed esterno.
Il progetto può aprirsi verso l’orizzonte perché l’ingombro ridotto del telaio concede aperture più ampie offrendo fino al 17% in più di superfici vetrate rispetto ad un serramento tradizionale. Imago è eco-sostenibile e interpreta i principi della bioarchitettura: è realizzato in legno e permette di risparmiare energia grazie alle elevate prestazioni di isolamento termico. Le superfici trasparenti sfruttano al meglio la luce naturale, alzando gli standard di comfort ambientale all’interno dell’edificio.

Bando di concorso
Architetti e ingegneri sono invitati a trasmettere via email 10 immagini di progetto in PDF ove sia inserito il sistema Imago a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Il criterio di valutazione si basa sul corretto inserimento di Imago nel progetto esaltando i principi di sostenibilità, risparmio energetico e minimalismo del design.
Alle immagini andranno allegati:
> i riferimenti dell’Imago Point coinvolto nel progetto con il quale il progettista potrà concordare una partnership nella presentazione. La lista degli Imago Point è consultabile online all’indirizzo www.imago.agb.it;
> un sintetico curriculum vitae professionale;
> l’indirizzo di residenza, di posta elettronica, il numero di telefono;
> una dichiarazione che attesti la proprietà morale, intellettuale e legale dell’opera presentata;
> è ammessa la partecipazione in forma individuale o in gruppo, uno dei componenti del gruppo può anche non disporre del requisito di laurea.
Il materiale dovrà pervenire entro e non oltre le 24.00 del 30 Marzo 2015 in formato PDF all’indirizzo di posta Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Tra i partecipanti la giuria, a suo insindacabile giudizio e nel rispetto dei principi di trasparenza e imparzialità, selezionerà dieci progettisti.

Selezione
Tra le opere pervenute ne verranno selezionate un massimo di 10 suddivise fra progetti per completamenti, nuove realizzazioni o restauri di edifici esistenti.
Agli autori di queste opere verranno richiesti i materiali ad alta risoluzione per renderne possibile la pubblicazione e l’esposizione.

Premio
Le opere selezionate verranno presentate presso lo spazio espositivo Casabella laboratorio in via Marco Polo 13 a Milano. I lavori esposti saranno visitabili per un periodo di due settimane.
La giuria assegnerà un primo premio e due menzioni che verranno pubblicati su «Casabella» nella sezione dedicata ad AGB.

Imola - selezione pubblica Dirigente per il settore sviluppo economico, urbanistica, edilizia privata e ambiente

Imola - selezione pubblica Dirigente per il settore sviluppo economico, urbanistica, edilizia privata e ambiente

Selezione pubblica, per l'assunzione a tempo determinato di un dirigente da incaricare, in sede di prima assegnazione, delle funzioni di dirigente settore sviluppo economico, urbanistica, edilizia privata e ambiente.

E' indetta selezione pubblica per l'assunzione a tempo determinato di un Dirigente da incaricare, in sede di prima assegnazione, delle funzioni di Dirigente Settore Sviluppo Economico, Urbanistica, Edilizia Privata e Ambiente. Scadenza presentazione domande: trenta (30) giorni decorrenti dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale. Il testo integrale del bando con allegato fac-simile di domanda e' disponibile sui siti internet www.nuovocircondarioimolese.it e www.comune.imola.bo.it nella sezione "bandi di concorso", nonchè in allegato.

Concorso di architettura: residenza di 80 mq

Concorso di architettura riservato agli architetti e agli ingegneri italiani con meno di 31 anni di età

Continua a leggere